SKELETOON – La Nemesi dei Nerd


SKELETOON – “Nemesis”
(2020 – Scarlet Records)

Quarto lavoro per i nostri amici Nerd Skeletoon, il gruppo Power / Happy Metal guidato da Mr. Tomi Fooler, che dopo il successo di “They Never Say Die”, il concept dedicato al film dei Goonies, decidono di riproporne un successivo, “Nemesis” che racconta una storia basata su un multiverso dei Supereroi. Si tratta dell’ incipit di una trilogia costruita sul fumetto “Nemesis Was Here”, scritto da Tomi Fooler e disegnato da Carlo Fiaschi dei Nanowar Of Steel. “Nemesis” è il primo album di una trilogia, al quale faranno seguito altri due dischi per seguire la storyline, “Vortex” e “ “Invicible”. Premettendo in breve, I protagonisti della saga sono 5 Supereroi, i 5 alter ego multidimensionali dei 5 membri del gruppo. Le due versioni, rispettivamente,  coincidono con i 5 eroi della saga originale e i 5 eroi alternativi della saga “Nemesis”.  In base a quanto mi ha raccontato il nostro frontman Tomi Fooler sulla trama, nel nostro pianeta, in un futuro immaginario,  arrivano 5 eroi alternativi che chiedono aiuto ai 5 eroi originali per la caccia a Nemesis, un manipolatore delle menti in grado di distruggere pianeti alterando la percezione della realtà degli abitanti, i quali arrivano a compiere atti che alimentano la propria rabbia e la sua potenza. Tutti i brani dell’album sono stati scritti da Mr. Tomi Fooler tranne “Brighter Than 1000 suns” che vede partecipare ai testi la combo Tomi e il chitarrista Andrea Cappellari. Il disco presenta una maturità stilistica notevole dal punto di vista dei suoni, un percorso che si è consolidato nel Power Metal di stampo teutonico e finlandese, quasi come una sorta di tributo musicale ad importanti band del panorama, come Stratovarius, Helloween, Gamma Ray, Freedom Call e Sonata Arctica. Tra le file hanno partecipato diversi ospiti importanti come Alle Conti, Giacomo Voli, Melissa Bonny, Bill Hudson, Roby De Micheli e Simone Mularoni, e quest’ultimo ha anche prodotto e mixato l’album, perciò la qualità non può che essere una garanzia, essendo un maestro.
Partiamo dunque per questo meraviglioso viaggio insieme ai nostri 5 supereroi alla caccia del nemico da combattere per compiere la missione di salvare l’umanità da costui! Una piccola intro ci trasporta nel multiverso della saga con l’opener  powerosa  “Brighter than 1000 suns” che trasmette tutta la sua energia di mille soli brillanti nel cielo, grazie agli acuti di Tomi che sfodera tutta la sua tecnica in un ritornello memorabile! “Will You Save All?” presenta il primo tra gli ospiti a duettare con Tomi, Alle Conti, voce di Trick Or Treat e Twilight Force. I due cantanti sono molto amici tra loro, come ho potuto constatare già una volta quando li vidi duettare, ridere e scherzare insieme sul palco durante il “Triumvirate Tour” del 2017! un duo che trasmette sentimenti sinceri e positivi, sia nella realtà che nella saga.  “Nemesis” è il brano un po’ fuori dal coro dal resto del disco, dato che parla proprio dell’antagonista, il nemico da combattere, che nella nostra quotidianità può semplicemente rappresentare lo spettro delle emozioni negative o tutto ciò che ci fa del male. Dalla titletrack è stato pubblicato il secondo videoclip su You Tube, dopo “Il Tramonto delle Ere”. I ritmi sono dunque angoscianti e si allontanano da sonorità Power classiche per dar spazio ad inserti elettronici e Industrial che richiamano qualche pezzo di Marylyn Manson, rafforzati dal growl di Melissa Bonny. Non mancano però le melodie e assoli di chitarra che ci riportano a mood più allegri, segno della volontà dei nostri supereroi di non farsi sopraffare dal male.  Torniamo al meglio del Power Metal con la stratovariusana “Starseeker” che sfocia in un chorus festoso davvero spettacolare. Arriviamo dunque al mio brano preferito, la super ballad “Cold The Night”, che è un inno alla vità: Come spesso accade, le tematiche si abbracciano al tipo di sonorità e quì il protagonista è davanti alla tomba dell’amico e canta il suo amore e l’attaccamento alla vita: si presenta perciò con ritmi più lenti e raffinati che richiama i migliori Freedom Call. Le melodie sono eccellenti ed evocano un’allegria cosmica, quasi come se evocasse il trionfo delle forze del bene. Con “Follow Me Home” continuano i richiami agli Stratovarius  con ritmiche veloci, melodie, linee vocali alte e assoli al fulmicotone.  Dalla matrice tedesca è invece “Wake Up The Fire” che richiama i Gamma Ray. Tomi qui usa un registro vocale differente e sporca di più la voce. L’ atmosfera è arricchita di grinta ed epicità grazie anche all’ospite alla chitarra, Bill Hudson dei North Tale, che suona un assolo davvero virtuoso. Arriviamo ad un altro dei momenti più belli dell’album con “Il Tramonto delle Ere”, il primo singolo con video dell’album, la parte operistica del disco, con richiamo ai Rhapsody, cantato interamente in Italiano, per esprimere al meglio le emozioni: facendo quattro chiacchiere con Tomi, mi ha fatto presente che il testo è stato dedicato alla figlia e i sentimenti che ne derivano venivano espressi al meglio in lingua madre, come una sorta di eredità per le future generazioni che verranno in futuro, che noi non potremo vedere, ma che comunque porteranno sempre una parte di noi nel loro cuore e nel loro animo. “Arcana Opera” segna in maniera definitiva l’importanza di questo lavoro nel panorama del Power Metal moderno, che nella line up vede la partecipazione di Giacomo Voli dei Rhapsody Of Fire, Roby De Micheli e Simone Mularoni dei DGM. Il duetto è davvero eccezionale e le due voci quasi si confondono all’unisono in un momento davvero carico di passionalità. Abbiamo anche una parte strumentale che sembra ricordare la colonna sonora di film come “Il Signore Degli Anelli”, per poi riprendere con le chitarre e i duetti epici tra Tomi e Giacomo: nella storia l’eroe protagonista arriva ad un punto in cui capisce che per completare la sua missione nella lotta contro Nemesis, dovrà compiere un sacrificio importante che verrà rivelato nel prossimo capitolo della saga. “The NerdMetal Superheroes” è un testo ispirato ad una campagna lanciata dagli Skeletoon sul loro sito e sui social, su come i fan descriverebbero il vero Supereroe Nerd Metal. Dalle numerose risposte ricevute si può dedurre che nel nostro piccolo siamo tutti a nostro modo dei supereroi nelle nostre giornate. I riff scorrono gradevoli e carichi di pathos, concludendo nel migliore dei modi questo lavoro eccellente. Abbiamo spazio anche per una cover degli Angra, “Carry On”, una sorta di omaggio al defunto Andre Matos, una delle voci più importanti del panorama del Power Metal e fa da ponte con il prossimo capitolo della saga! Che i supereroi del Nerd Metal possano trionfare!

VOTO: 9/10

Tracklist:

  1. Prelude: Falling Galaxies
  2. Brighter Than 1000 Suns
  3. Will You Save All?
  4. Nemesis
  5. Starseekers
  6. Cold The Night
  7. Follow Me Home
  8. Wake Up The Fire
  9. Il Tramonto Delle Ere
  10. Arcana Opera
  11. The NerdMetal Superheroes
  12. Carry On ( Angra cover)

SKELETOON lineup:

  • Tomi Fooler – vocals
  • Giacomo Jack Stiaccini – bass
  • Enrico Henry Sidoti – drums
  • Andy K Cappellari – lead Guitar
  • Fabrizio Fabbro Taricco – rhythm guitar