RIVERSIDE – VIAGGIO NELLA TERRA DESOLATA

Riverside – “Wasteland”
• (2018-Inside Out Music) •

Ennesimo capolavoro per i polacchi Riverside. “Wasteland”, questo è il nome dell’album che andremo ad analizzare; un album, come vedremo, con tante facce, capace di creare numerose atmosfere e donarci emozioni diverse.
Questo lavoro inizia con “The Day After”, più vicino ad una sorta di “filastrocca” introduttiva che ci prepara a quello che sarà il mood dell’album: calmo, misterioso e angosciante. Subito dopo troviamo “Acid Rain” e “Vale Of Tears”, due brani dalla doppia faccia in perfetto stile Riverside. Si alternano chitarre pesanti e melodie dolci e tranquille. Il primo, inoltre, ci regala un bellissimo assolo molto suggestivo. “Guardian Angel” è una low tempo da pelle d’oca, che riempirà i nostri animi di angoscia sin dal riff iniziale. Un brano davvero malioso. “Lament” segue la scia di “Acid Rain” e “Vale Of Tears”, mentre “The Struggle For Survival” è un brano strumentale in cui la band mostra il suo lato Progressive, facendo un uso massiccio di chitarre, tastiere e theremin. “River Down Below” e “Wasteland” ci regalano emozioni diverse, sembra quasi la fine di un lungo viaggio, questo porta i nostri a creare atmosfere differenti da quelle trovate all’inizio dell’album. La titletrack, in particolare, negli ultimi attimi, ci riserva un assolo affascinante introdotto da chitarre solenni e aggressive. L’album si conclude con “The Night Before”, una low tempo dominata dal Rhodes Piano, con cui i polacchi ci salutano.
“Wasteland” si mostra come un ottimo album Progressive, in grado di farci viaggiare con la mente. I Riverside sono riusciti a creare ancora una volta qualcosa di magnifico, dimostrandosi una band matura ed interessante. Sicuramente un lavoro imperdibile per gli amanti del genere.

Voto 8/10

Tracklist:

  1. The Day After
  2. Acid Rain
  3. Vale Of Tears
  4. Guardian Angel
  5. Lament
  6. The Struggle For Survival
  7. River Down Below
  8. Wasteland
  9. The Night Before

RIVERSIDE lineup:

  • Mariusz Duda – Vocals, Guitars, Bass, Banjo
  • Michal Lapaj – Keyboards, Synthesizers, Rhodes Piano, Hammond Organ, Theremin
  • Piotr Kozieradzki – Drums