Michael Angelo Batio and Black Hornets: musica dall’anima

batio soul in sight cd


MICHAEL ANGELO BATIO & BLACK HORNETS – “Soul In Sight”
• (2016 – M.a.c.e. Records) • 

Con immenso piacere e onore, mi sono avvicinata a questo primo lavoro dei Black Hornets, con una curiosità quasi adolescenziale, mista ad emozione e adorazione, sia per la partecipazione di uno dei miei miti dagli anni ’80, il grandissimo Michael Angelo Batio, che abbiamo recentemente intervistato proprio per farci raccontare di questo nuovo lavoro (questo il link), sia per la presenza del bassista Donatello “Don Roxx” Comignani, amico, concittadino e grande turnista sul cui curriculum si possono leggere nomi di altissimo livello, nonché co-fondatore, insieme a Stefano Luciano, dei Black Hornets stessi.
Avendo ascoltato in anteprima qualche brano di “Soul In Sight”, la curiosità era tantissima, immaginando cosa potesse essere l’album nella sua totalità.
“Soul In Sight”, uscito il 16 marzo per M.a.c.e. Records, si compone di 8 pezzi tra cui due bellissime ballads e vede la partecipazione di Michael Angelo Batio sia nelle parti di chitarra, che nella scrittura dei pezzi. Il disco è dedicato alla sorella di Batio, Marsha Liczewek, volata in cielo qualche anno fa.
Si parte con la canzone che dà il titolo all’album, brano che irrompe prepotentemente con la chitarra di Batio, pezzo tirato, con riff graffianti e la voce di Gianna Chillà a dare quel tocco in più, a tratti calda e avvolgente, in altri più intensa: un connubio perfetto.
Poi è la volta di “Gotta Run”: scommetto che questa canzone, dal ritornello così bello, vi rimarrà in testa prepotentemente. Pezzo a tratti dolce, ma deciso.
A seguire “Spinning Room”, altro brano meraviglioso, uno dei migliori dell’album. Inizio con incedere lento e suadente, per salire in un crescendo di suoni robusti in un’altalenante mistura di dolcezza e grinta compositiva.
“You Broke My Heart In Two”: quando ho sentito questa ballad, (la prima dell’album) sono stata colta dalla commozione e ho pianto. Questa canzone è di una bellezza infinita e tocca fin dentro l’anima; le parti di chitarra di Batio e la voce malinconica ed incisiva di Gianna, rendono questo pezzo qualcosa di incredibile, il mio preferito del disco.
”Basics Of The Bullet”, altro brano dove il basso di Donatello e i virtuosismi di Batio la fanno da padrone, la voce di Gianna, mai scontata, è molto accattivante. “Call To Arms” è il pezzo che vi farà saltare dalle sedie, cattiveria allo stato puro, i riff di Batio vi faranno impazzire tanto da non riuscire a stare fermi, con un Roberto Pirami alla batteria che picchia in maniera veramente pesante. “I Just Can’t Believe”, penultimo brano, parte con la voce rock di Gianna, che dipinge così un quadro perfetto all’interno della cornice creata dai virtuosismi di Michael Angelo: un pezzo dal sapore old school. Il duetto nella parte finale tra Gianna e Batio, con in sottofondo le parti di basso di Donatello e le cadenze ritmiche di Roberto, rendono il brano molto coinvolgente.
“Only The Love Remains” è l’ultima canzone di questo disco meraviglioso, anche qui l’emozione ha preso il sopravvento: questa ballad (la seconda del dico) è magnifica, la voce di Gianna dolce e roca le dà quel qualcosa in più. La canzone è da brividi, come l’intero album e rende davvero a pieno il senso di quanto amore misto a sofferenza ed energia ci siano in questi brani, dal sapore unico.
Posso dire che di diritto questo album è tra i più belli del 2016, senza alcuna ombra di dubbio, ne rimarrete rapiti, ne sono certa, come è accaduto a me. Buon ascolto.

Tracklist:

  1. Soul In Sight
  2. Gotta Run
  3. Spinning Room
  4. You Broke My Heart In Two
  5. Basics Of The Bullet
  6. Call To Arms
  7. I Just Can’t Believe
  8. Only The Love Remains

BLACK HORNETS lineup:

  • Gianna Chillà – Vocals
  • Don Roxx – Bass
  • Michael Angelo Batio – Guitars
  • Roberto Pirami – Drums

.