IBLIS – In Nomine Satanas


IBLIS – “Adveniat Regnum Tuum”

• (2018, Schattenkult Produktionen ) •

Black metal puro, una fredda lama che penetra nell’anima e ci riporta all’old school, quello vero, senza compromessi… Nessun prigioniero, solo autenticità! Gli Iblis sono la rivelazione del black metal italiano e ci ripropongono sonorità che non sentivamo dai periodi dei primi anni di carriera dei Darkthrone e Burzum… La leggenda è tornata e si chiama Iblis! Lyrics intelligenti, altamente occulte ed approfondite,  non siamo davanti al “satanismo senza criterio” utilizzato unicamente per fare tendenza, bensì siamo di fronte a componimenti estremamente colti, ciò che il black metal vuole. Non si tratta di  falsa apparenza, di tendenza, si tratta di un vero e proprio stile di pensiero che in “Adveniat Regnum Tuum” sfocia come un fiume di lava implacabile. I riff sono ricercati, la struttura dei brani non è caotica, ma vi è una ricerca nella composizione e nell’incastrare i vari riff, la voce di Iblis A.G. dona forza a tutto l’album, supportato da un suono occulto, mistico, dove si riescono a distinguere bene sia chitarra che il basso. “Vacatio Legis”, “In Nomine Omen” e  l’opening track “Ad Infinitum” sono brani dove  il suono risulta puro e tagliente, una lancia impregnata di veleno oscuro penetrerà le vostre anime. “Sanguinem Belli” possiede un titolo per un pezzo che è in grado di innescare l’emozioni di una  vera e propria battaglia, nelle quali si possono percepire venature sonore che traboccano di phatos. Dalla prima all’ultima canzone non viene mai a mancare quel senso di racconto stregonesco, demoniaco, un’accurata ed efficace rappresentazione della forza più letale del black metal. In conclusione, possiamo dire che con “Adveniat Regnum Tuum” degli Iblis “The cult is growing”.

VOTO: 10/10

Tracklist:

  1. Ad Infinitum
  2. Humanitatis Magistra
  3. In Nomine Omen
  4. Mortem In Malis
  5. Orietur In Lux Tenebris Tua
  6. Sanguinem Belli
  7. Vacatio Legis

IBLIS line up:

  • Iblis A.G. – Vocals, guitars
  • Zeyros Cults – Bass, drums
  • C. Lee Ray – Lyrics