Dead By Wednesday: in cerca di identità

dead-by-wednesday-darkest-of-angels-cd-2016
DEAD BY WEDNESDAY – “The Darkest Of Angels”
• (2016 – EMP Label group) • 

 

Attivi dal 2005 i Dead By Wednesday ci presentano il loro quinto lavoro in studio per l’attivissima EMP di Dave Ellefson. La particolarità di questo lavoro consiste fondamentalmente nel numero di vocalist che si alternano dietro al microfono, apportando di volta in volta le loro influenze, che bisogna dire sono piuttosto varie. La continuità dovrebbe essere invece data dal punto di vista prettamente strumentale, dove ci troviamo di fronte a un metalcore con diversi spunti spunti melodici soprattutto negli intrecci chitarristici. Doppia cassa martellante e mid-tempos si alternano a punte più speed e a momenti tipicamente groove metal. Il disco dei DBW parte bene nei primi due brani, che vedono rispettivamente alla voce Brian Fair (Shadow Fall) e Rob Dukes (Generation Kill, ex-Exodus), mentre nei successivi “Self Medicate” e “Power Troopers”, ossia quando la band si sposta in territori adiacenti al crossover/nu-metal abbiamo un calo significativo della qualità. Forse il problema maggiore di questo lavoro è proprio la mancanza di una precisa identità, dovuta al grande numero di cantanti presenti, che spesso si trovano leggermente spaesati nel contesto dei DBW.
Per fortuna non mancano alcuni episodi più ispirati, su tutti la title track con uno strepitoso John Arch (Fates Warning) alla voce. La ballad “The Surgeon” che vede finalmente al microfono Rob Roy, effettivo titolare del ruolo di singer e Marc Rizzo (Soulfly) alla chitarra acustica si sposta in territori addirittura vicini ai peggiori Staind, regalandoci (per modo di dire) un brano decisamente scialbo.
Il disco non sempre dare particolari segnali di ripresa fino alla conclusiva “Break When I’m Dead” cantata da Erik AK (Flotsam & Jetsam) che si erge leggermente al di sopra del livello medio di questo “Darkest of Angels”.
Tirando le somme, ci troviamo di fronte a un lavoro discontinuo, che forse vede i suoi momenti migliori quando la band si allontana da territori crossover, per un più classico metal-core. Bocciati.

VOTO: 5/10

Tracklist: 

  1. The Beginning Of The End (intro)
  2. Live Again (ft. Brian Fair)
  3. Donner’s Pass (ft. Rob Dukes)
  4. Self Medicate (ft. Paul Stoddard)
  5. Power Troopers (ft. Ceschi & David Ramos)
  6. Darkest Of Angels (ft. John Arch)
  7. The Surgeon (ft. Rob Roy & Marc Rizzo)
  8. Defining Fire (ft. Anthony Hamalainen & Waylon Reavis)
  9. Chosen (ft. Carley Coma)
  10. Phoenix Rising (ft. Kris Keyes)
  11. You Must Like Suffering (ft. Sean Danielsen)
  12. Break When I’m Dead (ft. Erik AK)

DEAD BY WEDNESDAY lineup:

  • Rob Roy – Vocals
  • Joey Conception – Guitars
  • Mike Modeste – Bass
  • Opus – Drums

.