CHIARA MANESE – Viva le donne


CHIARA MANESE – “Freedom For All Women”
(single)
• 
(2018, Music Universe) • 

Le donne costituiscono la miglior riserva di talento esistente mai sfruttato (Hillary Clinton).

Per capire meglio la natura di una donna è importante conoscere i suoi desideri, i suoi segreti… la sua storia. Di passi da gigante le donne ne hanno fatti in passato per far valere i loro diritti e contrastare il dominio maschile. Un esempio? Le suffraggette! Che grazie alla loro ferrea volontà sono riuscite ad ottenere l’uguaglianza dei diritti civili. Oppure Cleopatra, la regina d’Egitto. Da sola ha tenuto testa a legioni di soldati, grazie alla sua astuzia ed alle sue abilità di persuasione.
Di personaggi femminili nella storia ce ne sono tanti. Nel campo politico, storico, religioso, sociale e quello musicale. Ed è in quest’ultima voce dove voglio soffermarmi in particolare.
Al giorno d’oggi si sa! La musica conta svariate “female voices”, che hanno saputo dare un tocco sensuale ed etereo ad una forma d’arte che rischiava di essere monotona e spoglia di originalità.
Chiara Manese è una di queste figure.
Il suo ineccepibile talento l’ha condotta in vari percorsi musicali nel corso della sua intensa carriera. Modella, mezzosoprano, vocal coach e frontwoman dei Kantica, band neonata devota alle sonorità dei finnici Nightwish e dei primi Sonata Arctica presenti nel loro ottimo full – lenght “Reborn in Aesthetics”. Per conoscere meglio la figura della Manese consiglio vivamente di procurarvi l’album. Per chi ama le “sonorità pompose” ne rimarrà entusiasta!
Oltre al Metal, la Manese coltiva anche la passione per la musica classica (il suo timbro vocale ne è l’evidente prova). Si è esibita come solista repertorio operistico, di musica da camera e sacro in teatri italiani ed esteri, tra i quali il Teatro dell’Opera del Cairo, all’Ambasciata italiana in Turchia, al Teatro Municipale di Piacenza, il Teatro Goldoni a Firenze e al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino. E dall’anno a venire intraprenderà un tour in Italia con il progetto Metal Gaga, tributo metal a Lady Gaga e continuerà con l’attività live degli Ocean Night, tribute band ufficiale dei Nightwish.Ora è impegnata nella promozione radiofonica e televisiva del suo singolo, “Freedom For All Women”, scritto da Luigi Mosello, arrangiato da Andrea De Paoli e uscito per l’etichetta italiana Music Universe. Dunque…..Ammetto sin da subito che il primo ascolto mi lasciò spiazzato, dato che ebbi l’immenso piacere di vederla un paio di volte in sede live coi Kantica.
Premendo il tasto Play si può subito dedurre che non è un brano di matrice “metallica”, ma si tratta di una canzone Symphonic Rock con influenze Pop. Riassumendola in poche parole: un perfetto connubio tra “Bitter Sweet Symphony” dei Verve e le sonorità classico-barocche dei Rondò Veneziano. Per quanto riguarda il testo (cantato in italiano) che cosa dire? Pura poesia di drammi quotidiani.

Allora è tempo
di agire in fretta
per cancellare una storia 

E tu hai paura
di alzare gli occhi
mentre il dolore è con te 

Che poi esplode sul ritornello nel più puro liricismo.
Vale la pena ascoltare più volte questa piccola gemma della musica!
Forse è l’inizio di una promettente carriera solista per l’affascinante frontwoman dai capelli corvini? Chi lo sa! Vedremo cosa ci riserverà il futuro. Vedremo cosa ci riserverà lei.

VOTO: 8/10