AYREON – Welcome to the electric castle!

 AYREON – “Electric Castle Live And Other Tales (CD/DVD/BLU RAY)”
• (2020 – Mascot Label Group) •

Terzo live ufficiale degli Ayreon in 25 anni di carriera e terzo DVD per il rinomato progetto di Arjen Anthony Lucassen che come è ormai noto non ama particolarmente la sede live e ovviamente, quelle rarissime occasioni dove porta in grande stile il suo progetto dal vivo, non possono non essere immortalate dalle telecamere come nel caso di questo “Electric Castle Live And Other Tales”. La parte centrale del live, registrato in una delle quattro date completamente sold out del settembre scorso al Poppodium di Tilburg in Olanda con 12 000 spettatori totali accorsi da 64 paesi nel mondo è stavolta incentrato nell’esecuzione completa dello storico disco del 1998 “Into The Electric Castle”, terzo album in studio del progetto del polistrumentista olandese Lucassen che fu il disco che lanciò il nome Ayreon tra i grandi moniker del panorama Progressive Metal di allora. E il nostro Arjen quando fa le cose le fa veramente in grande stile e con cura e a distanza di quasi 22 anni dall’uscita di quell’album è riuscito a riavere quasi al completo il set di cantanti e musicisti che vi suonarono allora. Tra le voci che vedremo esibirsi sul palco avremo quindi Fish, lo storico vocalist dei Marillion e allo stesso tempo il nome che sicuramente all’epoca dell’uscita del disco era il più altisonante tra un cast di musicisti talentuosi e promettenti ma ancora molto poco conosciuti nel 1998. Stasera si esibirà assieme ad altri vocalist rinomati nel panorama Metal che hanno più volte collaborato con Lucassen negli anni come Marcela Bovio e Simone Simons originariamente non presenti nel disco originale (nel caso di Simone è stata chiamata a sostituire Sharon Den Adel che cantava le parti originali nell’album). Per il resto quasi tutti gli altri vocalist sono proprio quelli di “Into The Electric Castle”, quindi oltre a Fish: Anneke Van Giersbergen,  Edwin Balgoh, George Oosthoek, Damian Wilson e udite udite…. Arjen Lucassen ! Il musicista olandese che è solitamente poco incline a far parte persino dei sui stessi live show stavolta comparirà nel ruolo che aveva originariamente nel concept del disco ossia quello dell’”hippie” e solo la sua presenza sul palco per i fan degli Ayreon come me è un’emozione enorme! Da segnalare alle tastiere il braccio destro di Lucassen, Joost Van Den Broek, personaggio cardine nell’organizzazione dei suoi live show , il fido Ed Warby alla batteria senza contare le coriste , i violoncellisti, i flautisti, chitarristi, il bassista e persino un narratore che ha rielaborato le parti narrate originali di “Into The Electric Castle”: stiamo parlando, per la gioia dei fan di Star Trek, di John De Lance, attore che interpreta “Q” in Star Trek: The Next Generation! La scenografia del concerto è meravigliosa con un immenso castello e delle video proiezioni , senza contare che ognuno dei cantanti è vestito a “tema” per entrare meglio nel personaggio che sta interpretando in questo concept album! Sì perché ovviamente questo disco è una sorta di storia a confine tra il fantasy e la fantascienza che per certi versi può sembrare un pochino banale ai giorni d’oggi ma bisogna contare che probabilmente per il periodo in cui è uscito non lo era affatto. In ogni caso a livello personale preferisco quando Lucassen si dedica nei suoi concept a tematiche come le relazioni umane e le emozioni come in “The Theory Of Everything” e “The Human Equation” mentre lo trovo un pochino eccessivo quando sfocia nella fantascienza, ma ovviamente è solo un opinione personale!  In ogni caso il concerto è assolutamente meraviglioso e manderà in brodo di giuggiole tutti i fan di “Into The Electric Castle” che non sarà il mio album preferito degli Ayreon (che per chi scrive hanno toccato l’apice con “The Human Equation” e il successivo “01011001”) ma rimane un lavoro enorme con all’interno alcuni capisaldi del progressive degli ultimi 25 anni come la magnifica “Isis And Osiris”, “Amazing Flight” , “Across The Rainbow Bridge” e il super Classico “Castle Hall”. Un album ricchissimo strumentalmente e altrettanto variegato nelle sonorità e dal vivo vederlo eseguito con una tale scenografia e dei musicisti di questo livello è una gioia per gli occhi. Il concerto però non finisce di certo con la fine del disco! Infatti Lucassen ha avuto la brillante idea come “encore” di presentare un pezzo da ogni progetto della sua carriera “Extra-Ayreon” che per chi scrive risulta spesso sottovalutata a favore della band “madre”. Avremo quindi “Shores Of India” del progetto “The Gentle Storm” cantata come nell’originale da Anneke Van Giersebergen, “Ashes” del progetto Ambeon con il suo sapore più ambient interpretata magistralmente da Simone Simons oltre che “Out Of The Real World” degli Stream Of Passion , “Twisted Coil” dei Guilt Machine, “Songs Of The Ocean” degli Star One e “Pink Beatles In A Purple Zeppelin” dall’album solista di Lucassen cantata dal mastermind Arjen in persona con tanto di palloncini colorati sul finale! Chicca inaspettata è una cover di “Keyleigh” dei Marillion interpretata ovviamente da Fish. Questa parte del concerto è stata una bellissima sorpresa e credo anche qualcosa che possa far scoprire ai fan meno accaniti di Lucassen (che non conoscono il suo repertorio al di fuori degli Ayreon) tutte le sfaccettature musicali del polistrumentista olandese…. E ce ne sta davvero per tutti i gusti! Dal Metal molto “Spaziale” degli Star One , alle atmosfere ambient degli Ambeon, ai brani lunghi e cadenzati dei Guilt Machine, alle sonorità più accessibili e meno Prog di Gentle Storm e Stream Of Passion fino al lato più “cantaurorale” del disco solista di Arjen. Se tutto questo non bastasse c’è anche una ricchissima sezione “behind the scenes” con interviste e documentari dalla durata piuttosto estesa. Insomma anche questa volta il moniker “Ayreon” si conferma sinonimo di qualità assoluta per un DVD/Blu Ray/CD live che è assolutamente un must sotto ogni punto di vista e per qualsiasi fan degli Ayreon che si rispetti ed è caldamente consigliato a tutti gli amanti del Progressive che non conoscono (anche se sinceramente fatico a crederlo) il magnifico mondo di questo incredibile musicista. Lunga vita a Lucassen!

VOTO: 9/10

TRACKLIST:

  1. Welcome To The New Dimension
  2. Isis And Osiris
  3. Amazing Flight
  4. Time Beyond Time
  5. The Decision Tree
  6. Tunnel Of Light
  7. Across The Rainbow Bridge
  8. The Garden Of Emotions
  9. Valley Of The Queens
  10. The Castle Hall
  11. The Tower Of Hope
  12. Cosmic Fusion
  13. Robby Valentine Solo
  14. The Mirror Maze
  15. Evil Devolution
  16. The Two Gates
  17. Forever Of The Stars
  18. Another Time, Another Space
  19. Shores Of India
  20. Ashes
  21. Out In The Real World
  22. Twisted Coil
  23. Keyleigh
  24. Pink Beatles In A Purple Zeppelin
  25. Songs Of The Ocean

Ayreon Live Lineup:

  • Arjen Anthony Lucassen – Guitar & vocals
  • Anneke Van Giersbergen – Vocals
  • Dianne Van Giersnergen – Vocals
  • Damien Wilson – Vocals
  • Edwin Balogh – Vocals
  • Edward Reekers – Vocals
  • Fish- Vocals
  • George Oosthoek- Vocals
  • Jan Willem Ketelaers – Vocals
  • John Jaycee Cuijpers – Vocals
  • Simone Simons – Vocals
  • Marcela Bovio- Vocals
  • Mark Jansen – Voclas
  • Robert Soeterboek – Vocals
  • John De Lancie – Narrator
  • Ben Mathot – Violin
  • Bob Wijtsma – Guitars, Mandolin
  • Ferry Duijsens – Guitars, Mandolin
  • Johan Van Statum- Bass
  • Jurriaan Westerveld – Cello
  • Marcel Singor- Lead Guitar
  • Thijs Van Leer – Flute
  • Robby Valentine – Piano
  • Joost Van Der Broek – Keyboards
  • Ed Warby – Drums