ATHLANTIS – Potenza, melodia e passione


ATHLANTIS – “The Way To Rock’n’Roll”
(2019, Diamond Prod.)

 

Gli Athlantis sono un progetto dell’attivissimo bass player ligure Steve Vawamas (Ruxt, Mastercastle, Bellathrix e Odyssea), giunto al quinto album in ben sedici anni di attività costante. Il nuovissimo “The Way To Rock’n’Roll” vede accanto al fondatore diversi nuovi acquisti: l’eccellente ed esperto Pier Gonella (Mastercastle, Necrodeath, Vanexa), Stefano Molinari alle tastiere e Davide Dell’Orto (Drakkar) alla voce, che raggiungono il confermato Alessandro Bissa (ex Vision Divine e ex Labyrinth) alla batteria.
Prodotto e registrato con grande perizia e passione negli Steve Vawamas Studios e presso i MusicArt di Pier Gonella, vede la band rinnovata alle prese con un Heavy Rock che ingloba diverse influenze, che vanno dal classic metal, al power metal, fino all’hard rock più melodico, riuscendo ad unire un feeling old style con un approccio più “nervoso” e moderno, che dona agli Athlantis quel qualcosa in più che li rende speciali ed assolutamente da seguire ed ascoltare. Detto anche della grande solidità e capacità inventiva di tutti i musicisti, vanno citati certamente il chitarrismo ispirato e sempre di grande gusto di Pier Gonella e la prestazione del singer Davide Dell’Orto, che riesce ad essere insieme rabbioso, melodico e sempre intenso ed emozionante, emergendo come grande sorpresa del platter.
Non ci sono fillers in “The Way To Rock’n’Roll”, a partire dalla ficcante “Letter To Son”, che sfocia nelle suggestioni melodiche di “Prayer To The Lord” e prosegue nelle cadenze tese e drammatiche di “Heaven Can Wait”. “Forgive Me” presenta un grande assolo di Pier Gonella e incide con sventagliate di energia e forza espressiva, mentre “No Pain No More” è una ballad pianistica dolente e di grande afflato epico, con Dell’Orto sempre impeccabile. Il riff possente di “Black Rose” porta avanti una melodia sofferta ed ancora di grande intensità, seguita dal veloce e passionale hard rock di “Lady Starlight”. “If I” è esemplare per l’uso bilanciato e creativo di tastiere e chitarre, e sfocia in un ritornello di grande presa. “Reborn” viaggia spedita e puntellata da un ennesimo grande solo di chitarra, e lascia spazio al gran finale della title track, fusione micidiale tra uno sferragliante heavy metal priestiano ed un hammond squisitamente purpleiano.
“The Way To Rock’n’Roll” è un album che si distingue tra il marasma delle attuali uscite, e lo consigliamo a chi ama l’Heavy Metal a 360 gradi, e pure a chi dice che non esistono proposte di valore in Italia. Questo disco lo smentisce al cento per cento. Grande intensità, grandi canzoni, e grandi musicisti. Complimenti ancora a Steve Vawamas, nella speranza di poter vedere spesso dal vivo questa band, raccogliendo le soddisfazioni che merita.

VOTO: 9/10

Tracklist: 

  1. Letter To A Son
  2. Prayer To The Lord
  3. Heaven Can wait
  4. Forgive Me
  5. No Pain No More
  6. Black Rose
  7. Lady Starlight
  8. If I
  9. Reborn
  10. The Way To Rock’n’Roll

Athlantis line up: 

  • Steve Vawamas – Bass
  • Pier Gonella – Guitars
  • Davide Dell’orto – Vocals
  • Alessandro “Bix” Bissa – Drums
  • Stefano Molinari – Keyborads