Asphaltator: esordio a suon di Old School Thrash Metal


ASPHALTATOR – “World Asphaltation”
• (2016 – Self Produced) • 

 

Si presentano così, a fine 2016: thrash metal old school fino al midollo! Il five piece capitolino incurante di ogni moda e evoluzione darwiniana ci propone un thrash metal ottantiano in bilico tra bay area e derivazioni thrash/speed europee.
Capitanati da Flavio Falsone (Whisperz, ex-Messerschmitt) dietro al microfono, gli Asphaltator immettono sul mercato un lavoro spigoloso quanto basta; corredato di una copertina in stile quasi Nuclear Assault, una produzione spartana, quel pizzico di ironia e cinismo che in questo genere risultano quanto mai azzeccati (Anthrax e Tankard docet), per un risultato che non potrà non piacere agli appassionati e farà inorridire i non avvezzi, come probabilmente era nelle intenzioni della band.
Attendiamo l’esordio sulla lunga distanza dato che questo “World Asphaltation” è un EP, intanto ci assaporiamo questa manciata di canzoni di cui apprezziamo la schiettezza e l’irruenza.
Per concludere piccolo neo: la cover di Huey Lewis benché divertente forse era evitabile. Comunque bravi.

VOTO: 7/10

Tracklist: 

  1. Army Of Darkness
  2. Good Friendly Violent Fun
  3. Progress Is A Crime
  4. God Is Dead
  5. World Asphaltation
  6. The Power Of Love (Huey And The News Cover)

ASPHALTATOR lineup:

  • Flavio Falsone – Vocals
  • Fabrizio Kasparek – Guitar
  • Gianluca Portacci – Bass
  • J.R. – Guitar
  • Megasteph – Drums

.