ANTHEM – Nuclear… Blast!


ANTHEM – “Nucleus”
• (2019, Nuclear Blast) •

 

Uno dei gioielli che la scena metal giapponese ha da mostrare sono gli Anthem, che dopo quasi quattro decadi di carriera, 17 album di studio, uno scisma di otto anni e molti cambiamenti di lineup hanno deciso di rendere la loro musica più nota al resto del mondo. E come si può arrivare a questo? Firmando un contratto con Nuclear Blast nel 2018 e pubblicando un nuovo disco. L’album in questione è intitolato “Nucleus”, ma mentre per tanti fan dell’heavy metal potrebbe sembrare un nuovo progetto, la realtà è completamente diversa. Gli Anthem ci propongono una collezione di brani del passato nuovamente registrati con testi in inglese. Sono stati scelti pezzi dalla loro discografia del nuovo millennio, ad eccezione di “Venom Strike”. Qui abbiamo una cascata di tredici tracce cadenzate e potenti, ben legate tra loro, che esaltano il talento e la professionalità del quartetto giapponese. “Immortal Bind” e “Black Empire” sono i primi due brani che ci introducono allo stile della band che non è nient’altro che metal classico, suono pulito e veloce, con la voce di Yukio Morikawa proveniente da un altro pianeta, dove i growl di stampo death non esistono, come nella scena musicale odierna. La band continua brano dopo brano a pari passo, non si ferma mai, forse rallenta un po’ a metà corsa con “Ghost In The Flame“, ma la filosofia è  la stessa fino alla fine. “Omega Man” sarebbe una delle canzoni migliori, traccia strumentale tecnicamente molto valida. In realtà si fa fatica a distinguere un brano dall’altro, i pezzi sono così armoniosamente connessi tra loro e di qualità tale che sarebbe un’ingiustizia sceglierne solamente qualcuno. Le melodie degli Anthem creano emozioni positive, portano un’aria fresca ed orientale nella scena musicale moderna, mantenendo un suono classico. Dopo aver ascoltato più volte il disco, ci rimane una sensazione di ottimismo, un sorriso, cosa non comune con le tendenze dell’heavy hetal della nostra era. Sostanzialmente, gli Anthem arrivano carichi, forti, piazzando una bomba di metal tradizionale in mezzo l’oscurità che prevale in questo genere musicale e dimostrano che la vecchia scuola non va mai fuori moda. Unica nota, forse, l’assenza di qualche brano lento, ma poco importa. Gli Anthem bussano la porta del mercato mondiale e rimangono un punto di riferimento di musica stupenda. Per adesso, ci godiamo di una compilation di alta qualità e professionalità, in attesa di nuovo materiale. Grazie, amici dell’Oriente.

VOTO: 8/10

Tracklist:

  1. Immortal Bind
  2. Black Empire
  3. Overload
  4. Stranger
  5. Linkage
  6. Eternal Warrior
  7. Ghost In The Flame
  8. Venom Strike
  9. Awake
  10. Omega Man
  11. Pain
  12. Echoes In The Dark
  13. Unbroken Sign

ANTHEM lineup:

  • Shibata Naoto – Bass
  • Akio Shimitzu – Guitar
  • Yukio Morikawa – Vocals
  • Isamu Tamaru – Drums