AEMPYREAN – India metallica


AEMPYREAN – “Fireborn”
• (2018 – Cyclopean Productions Eye ) •

È arrivato il momento di tirare in ballo qualcosa di fresco, innovativo e per nulla monotono! Parliamo un po’ della neoband indiana AEMPYREAN e del loro nuovo EP: “Fireborn”! Cinque ragazzi pieni di una profonda grinta che sono riusciti a tirar fuori un progetto per nulla male, l’unione death/black più accattivante degli ultimi anni; già dal singolo “Fist in Your Face” la band riscosse ottimi consensi e pareri da parte del popolo metallico, dunque la loro voglia di andare oltre li ha spinti a fare ancora di più, tirando fuori quest’ultimo EP, ovvero l’inizio di una buona carriera sonora! “On the Warpath” è il tappeto rosso del disco che apre a sonorità profondamente oldschool death: uno corposo scream entra a braccetto con un apocalittico blast beat, a cavallo di un poderoso riff, nella sala reale del death con leggeri decori black metal che non fanno strizzare minimamente l’occhio all’ascoltatore! Il disco sembra presentarsi alla grande già da “Fireborn”: è perfettamente palese che ogni venatura di questo corpo sonoro parte da questa track, distribuendo sangue sonoro in ogni centimetro di questa struttura magnificamente eretta; i possenti soli di chitarra non mancano, e devo dire che riescono a dare quel tocco in più a questo tipo di sonorità, rendendole più accettabili e, perché no, motivanti all’ascolto. “Chapel of Gouls” non credo abbia bisogno di presentazioni, i vecchi e fedeli metallari avranno sicuramente capito che si tratta di una cover, una delle migliori che la band potesse scegliere nel repertorio dei Morbid Angel; perfettamente rivisitata e riprodotta in chiave Aempyrean la traccia scorre fluidamente, attraverso il thrash/death della band per eccellenza, che riporta alla mente tanti armoniosi e vecchi ricordi di chi rimane fedele al metallo puro. Parte lentamente “The Devourer”, una track-radice che apre lentamente alla mostruosa “Undying Scourge” con la quale si chiude l’EP di questo famelico gruppo, e non credo potessero trovare pezzo migliore per farlo: una scarica di colpi senza precedenti che porta a rimembrare i vecchi Death, ma con un tono discretamente più duro, senza peccare assolutamente di lentezza o monotonia; la guitar part predomina su tutto il pezzo, accompagnata da giri di basso non indifferenti, il tutto contornato dagli scream di un frontman che, credetemi, riesce a donare ciò che il pubblico vuole ascoltare! La band non si discosta molto da altre death metal band e qualcosa potrebbe risultare ‘già sentito’, ma a parer mio se questi ragazzi continuano su questa strada, un piccolo posto nel futuro del sound estremo non potrebbe mancare!

VOTO: 7/10

Tracklist:

  1. On The Warpath
  2. Fireborn
  3. Chapel of Ghouls (Morbid Angel cover)
  4. The Devourer
  5. Undying Scourge

AEMPYREAN lineup:

  • Ajay N. – Bass
  • Avi S. – Drums
  • Clinton S. – Guitars
  • Sailesh K. – Guitars
  • B.R. – vocals