WHITE SKULL – Trent’anni di Metal Italiano

WHITE SKULL + DEVIOUS MINE + YOUR NEXT MISTAKE
live @ Defrag, Roma
– venerdì 15 febbraio 2019 –

 

LIVE REPORT •

Trent’anni di attività, trent’anni di puro acciaio. I White Skull celebrano al Defrag di Roma un traguardo prestigioso per la propria carriera: tre decadi al servizio dell’heavy metal! La band vicentina con ben dieci full lenght all’attivo, nonostante alcuni cambi di line-up, ha mantenuto sempre vivo quello spirito di impavidi difensori della fede, che gli ha permesso di diffondere il loro credo. La serata nel club capitolino, organizzata da SoundsRock e Eagle Booking, è stata l’ennesima prova che il metallo italico gode ancora di ottima salute!

Your Next Mistake
Ai giovanissimi Your Next Mistake è affidato il compito di aprire le danze. Sound moderno, accattivante, gli YNM non hanno una grandissima esperienza live (il loro esordio dal vivo risale ad ottobre 2018), ma dimostrano che il palco è il loro ambiente naturale. Probabilmente col tempo, maturando, troveranno una loro identità musicale ben definita.

Setlist:

  1. We Die Alone
  2. Grenade
  3. Your Next Mistake
  4. Don’t Belong
  5. Fury of the Storm
  6. Fire!

YOUR NEXT MISTAKE line up:

  • Simone Ruggeri – Vocals
  • Fabrizio Cocco – Guitar
  • Flavio Salcuni – Guitar
  • Raffaele Ventura Costa – Bass
  • Damiano Fidati – Drums
{{title}} {{title}}

foto: 
 Stefano Panaro

__________________________

Devious Mine
E’ il turno dei pesaresi Devious Mine, solida formazione dedita al power metal di buona fattura e molto solido. Il quintetto ha pubblicato da qualche mese (esattamente a luglio dello scorso anno) il primo full lenght dal titolo “Exilium” che, in questo contesto, ripropongono quasi per intero. In questa serata romana dimostrano le loro qualità mettendo in scena un set ineccepibile e senza sbavature, segno che l’underground italiano è ancora una fucina di giovani talenti.

Setlist:

  1. Lux Primo Die (intro)
  2. Queen Of Superbia
  3. Fulgor
  4. The Last Hope
  5. Struggle Of Hope
  6. Soldier Of The Noble War
  7. Beyond The Darkness
  8. Love Keep Us Together

DEVIOUS MINE line up:

  • Alberto Ambrogiani – Vocals
  • Luca Biccari – Guitars
  • Luca (Led) Lucertini – Bass
  • Filippo Sorci – Guitars
  • Lorenzo (Black) Aliventi – Drums
{{title}} {{title}}

foto: 
 Stefano Panaro

__________________________

White Skull
Ed arriviamo agli ospiti principali: ecco i White Skull. Sarà una celebrazione di una lunga carriera, questa di stasera, anche se il fato avverso tenterà di metterci lo zampino a causa di alcuni inconvenienti tecnici iniziali e che, purtroppo, proseguiranno in modo casuale per tutta la loro performance e, di conseguenza, la condizioneranno pesantemente.
A tratti l’aggressiva voce di Federica Sister tendeva a svanire, mentre il suono della batteria colpiva in modo forse troppo devastante. Insomma, una serie di concause che non hanno favorito la loro prova e che non ha aiutato i White Skull ad esprimere tutte le loro potenzialità.
Ma, ad ogni modo, i White Skull hanno coinvolto l’abbastanza numeroso pubblico romano, con la loro forza travolgente, guidati dal Capitano Tony “Mad” e sventolando in alto il vessillo dell’heavy metal. Eroe della serata, senza dubbio, il virtuoso della sei corde Danilo Bar: la sua preparazione e il suo estro hanno regalato, al pubblico romano, una serie di assoli veramente stratosferici e di grande impatto. Velocità e tecnica fanno parte del suo DNA!
Anche il tastierista Alexandros Muscio (entrato da pochi anni nelle loro fila) ha dato dimostrazione delle proprie abilità con dei duetti al fulmicotone con il sopracitato Danilo. Ci chiediamo quale sia la necessità dell’utilizzo di basi pre-registrate quando possono contare sulle qualità di un validissimo musicista come Alessandro. Ma ormai questa è una costante nei live e sembra che le band non ne possano più fare a meno.
Ad ogni modo il pubblico ha apprezzato e applaudito a lungo l’esibizione dei White Skull che, superata la mezzanotte, hanno anche festeggiato il compleanno del loro bassista Jo Raddi, brindando alla sua salute a suon di birra e metal.
L’incontro con i fan per foto e autografi chiude questa serata all’insegna del metal Made in Italy: auguri White Skull, ora aspettiamo le quaranta candeline!

Setlist:

  1. Embittered
  2. The Killing Queen
  3. Holy Warrior
  4. Cleophatra
  5. High Treason
  6. Tales From the North
  7. I Am Your Queen
  8. Sacrifice
  9. Under This Flag
  10. Will Of The Strong
  11. Kriemhild Story
  12. Red Devil
  13. The Roman Empire
  14. Lady Of Hope
  15. Asgard

WHITE SKULL line up:

  • Tony Mad Fontò – Rhythm Guitar
  • Federica Sister – Vocals
  • Danilo Bar – Lead Guitar
  • Alex Mantiero – Drums
  • Jo Raddi – Bass
  • Alexandros Muscio – Keyboards
{{title}} {{title}}

foto: 
 Stefano Panaro

 

ringraziamo Daniele Papale per la cortese collaborazione.