WHILE SHE SLEEPS – un party peccaminoso

WHILE SHE SLEEPS + STRAY FROM THE PATH + TRASH BOAT + LANDMVRKS
live @ Zona Roveri Music Factory, Bologna
– domenica 17 febbraio 2019 –

 

LIVE REPORT •

Una serata all’insegna del divertimento quella del 17 febbraio allo Zona Roveri Music Factory di Bologna, organizzata da Hellfire Booking Agency in collaborazione con Erocks Production e This Is Core. Sul palco vedremo Landmvrks, Trash Boat, Stray From The Path e i tanto amati While She Sleeps pronti a dar vita ad un evento indimenticabile.

LANDMVRKS
I primi a salire sul palco sono i francesi Landmvrks, che presentano in Italia il loro ultimo album intitolato “Fantasy”. Ciò che notiamo subito è la perfetta gestione del palco da parte dei nostri che, seppur molto giovani, riescono a divertirsi coinvolgendo anche i presenti. Il frontman Florent Salfati sprona i fan e dà il via a numerosi circle-pit. Un elemento importante è anche l’acustica: assolutamente perfetta soprattutto durante la performance dei ragazzi di Marsiglia. Setlist molto breve, ma i Landmvrks si dimostrano un’ottima band e sicuramente sentiremo ancora parlare di loro in futuro; “Fantasy” si è rivelato uno degli album più apprezzati del 2018 nel panorama MetalCore ed è solo l’inizio.

Setlist:

  1. Hollow
  2. Blistering
  3. Winter
  4. Wake Up Call
  5. Scars
  6. Fantasy
  7. World Of Pain

LANDMVRKS line-up:

  • Florent Salfati – Vocals
  • Nicolas Exposito – Guitar
  • Rudy Purkart – Bass
  • Nicolas Soriano – Drums
{{title}} {{title}}

foto: Massimo Plessi

___________________________________________

TRASH BOAT
Dopo un rapido cambio di palco ecco i Trash Boat. I britannici spezzano l’atmosfera creata dai Landmvrks con il loro stile molto più vicino al Punk Rock ma che è ovviamente influenzato dal Metal più moderno. La band dimostra di avere già un buon seguito in Italia e i presenti sembrano apprezzare la loro performance. Anche per loro la setlist è piuttosto breve, ma molto intrigante. I Trash Boat regalano al pubblico ben cinque pezzi dal loro ultimo lavoro “Crown Shyness”, un album davvero molto interessante. Energici e coinvolgenti, regalano al pubblico uno show valido e divertente.

Setlist:

  1. Inside Out
  2. Tring Quarry
  3. Nothing New
  4. Controller Burn
  5. Old Soul
  6. Shade
  7. Strangers

TRASH BOAT line-up:

  • Tobi Duncan – Vocals
  • Dann Bostock – Guitar
  • Ryan Hyslop – Guitar
  • James Grayson – Bass
  • Oakley Moffatt – Drums
{{title}} {{title}}

foto: Massimo Plessi

___________________________________________

STRAY FROM THE PATH
Ecco il turno degli Stray From The Path, band americana con già un buon seguito in Europa e anche in Italia. In passato infatti, i nostri hanno suonato in terra italica con gli Architects, guadagnandosi così un buon pubblico. Lo stile proposto dalla band newyorkese è molto interessante e risulta molto vicino ai giovani, poiché richiama le atmosfere del Rock e del Metal anni ’90. Gli Stray From The Path ricordano molto band come Rage Against The Machine, Limp Bizkit e Nonpoint. “Nulla di nuovo quindi”, potrebbe dire qualcuno, ed effettivamente non avrebbe tutti i torti, ma il divertimento con questi ragazzi è garantito. I nostri ci hanno dimostrato in sede live di essere molto maturi e di sapere ciò che fanno. Il pubblico in delirio e la performance assolutamente godibile e spassosa. È importante parlare anche di Drew DiJorio, un frontman carismatico e abile, che coinvolge il pubblico dall’inizio alla fine. Questa band ama i suoi fan e fa di tutto per rendere uno show indimenticabile, davvero molto valida. Sentiremo ancora parlare degli Stray From The Path.

Setlist:

  1. Goodnight Alt-Right
  2. Badge & A Bullet Pt. II
  3. The Opening Move
  4. Loudest In The Room
  5. Outbreak
  6. The House Always Wins
  7. Snap
  8. Plead The Fifth
  9. Badge & A Bullet
  10. First World Problem Child

STRAY FROM THE PATH line-up:

  • Drew DiJorio – Vocals
  • Tom Williams – Guitar
  • Anthony Altamura – Bass
  • Craig Reynolds – Drums
{{title}} {{title}}

foto: Massimo Plessi

___________________________________________

WHILE SHE SLEEPS
Il momento che tutti attendevamo è arrivato: ecco sul palco i tanto amati While She Sleeps. Dopo un anno di attesa, torna in Italia una delle band più seguite attualmente nel panorama MetalCore. La band britannica si è guadagnata un enorme pubblico a livello mondiale grazie al suo stile semplice ma non scontato, brani dai testi profondi e ritornelli con atmosfere malinconiche. Ad aprire la loro performance c’è “Anti-Social”, un brano dal nuovo album “So What?” in uscita l’1 Marzo. Subito dopo troviamo quello che può definirsi un inno, un brano che lega saldamente band e fan: “You Are We”. Un piccolo ritorno al passato con “Brainwashed”, brano letale tanto in studio quanto live, e “Seven Hills”, per poi tornare al loro ultimo album pubblicato con “Civil Isolation” e la magnifica “Empire Of Silence”.
Il bassista Aaran McKenzie sembra un tornado sul palco, scatenandosi per tutto lo show, mentre Adam Savage si rivela un ottimo musicista dietro le pelli.
I nostri ci permettono nuovamente di assaporare l’album in uscita a breve con “Haunt Me” e “The Guilty Party”, brani già amati alla follia dai fan, intervallate dalla più datata “Steal The Sun”.
Stupendi i numerosi duelli di chitarra tra Sean Long e Mat Welsh che ci regalano riff armoniosi e assoli da pelle d’oca. Spettacolo di luci e flash durante l’intro di “Four Walls” che crea un’atmosfera molto intima e amichevole, proprio come piace ai While She Sleeps, che sottolineano sempre il concetto “i fan sono tutto per noi”.
Un entusiasmante spettacolo ci viene regalato dal frontman Lawrence Taylor che, durante “Silence Speaks”, decide di arrampicarsi sui tralicci del palco per guardare il suo pubblico, i suoi fan dall’alto, sollevando le braccia in modo glorioso ma allo stesso tempo come segno di gratitudine verso i presenti.
La scaletta di conclude con “Hurricane”, parola che descrive perfettamente un live show dei While She Sleeps. Questa band immensa rappresenta ormai una colonna del genere e si rivela eccellente live, oltre che in studio. Non ci resta che attendere Marzo per ascoltare cosa hanno creato per noi questi ragazzi e aspettare un loro ritorno in Italia per un altro show assolutamente indimenticabile.

Setlist:

  1. ANTI-SOCIAL
  2. You Are We
  3. Brainwashed
  4. Seven Hills
  5. Civil Isolation
  6. Empire Of Silence
  7. HAUNT ME
  8. Steal The Sun
  9. The Guilty Party
  10. Four Walls
  11. Silence Speaks
  12. Hurricane

WHILE SHE SLEEPS line-up:

  • Lawrence Taylor – Vocals
  • Sean Long – Guitar
  • Mat Welsh – Guitar
  • Aaran McKenzie – Bass
  • Adam Savage – Drums
{{title}} {{title}}

foto: Massimo Plessi