SOTO – Origami musicali al Legend

SOTO + BIG CLYDE + JD MILLER
live @ Legend Club, Milano
– venerdì 20 settembre 2019 –

LIVE REPORT •

Calda e accogliente sera settembrina in quel di Milano al Legend Club, tappa del tour Origami di Jeff Scott Soto e compagni. Dopo averlo già apprezzato dal vivo qualche mese fa al Frontiers Rock Festival, per i fan italiani c’è un’altra occasione di scatenarsi con una voce ed un’artista che si presta a molteplici progetti musicali pur mantenendo il suo stile inconfondibile. Due band di supporto di tutto rispetto completano la serata ad alto livello di musica e divertimento.

JD Miller
In primissima apertura ci sono gli svedesi JD Miller, che attraggono i primi arrivati sotto il palco con un AOR appesantito da riff di chitarra decisamente heavy. Una setlist breve ma che ci offre un interessante assaggio di questa band già molto apprezzata in Scandinavia, con brani tratti dai loro 3 album e in particolare dall’ultimo in uscita quest’anno “Afterglow”. Un buon riscaldamento per un pubblico impaziente.

Setlist:

  1. Burned Alive
  2. The Desire
  3. Game of Love
  4. Clouded Minds
  5. Devilstorm
  6. Icarus
  7. Inside a Dream

JD MILLER lineup:

  • Peter Halldén – vocals
  • Emil Eriksson – drums
  • Elias Weise Frojd – guitars
  • Minael Bielinski – bass
{{title}} {{title}}

foto: Raffaele Godi

_________________________________

Big Clyde
L’onore di suonare poco prima del beniamino della serata spetta invece agli svizzeri Big Clyde, formati da appena un paio d’anni ma che sanno già il fatto loro in sede di live. Con la loro attitude biker e aggressiva, colorano l’atmosfera e coinvolgono il pubblico, anche grazie allo spigliato e tatuato frontman che introduce ogni canzone. La band ha ancora in cantiere il suo primo lavoro – che promette bene anche grazie alla collaborazione di Michael Voss – ma già le canzoni di questa setlist sono molto attraenti e con ottima resa sul palco grazie ai forti cori, esaltate dalla voce ruggente del sopracitato frontman. Un hard rock moderno di stampo americano con tratti blues e una combo di musicisti dal piglio irruente sono il giusto mix per intrattenere un pubblico ormai affluente e scalpitante prima dell’headliner.

Setlist:

  1. Coffee to go
  2. Heartbreaker
  3. When the Sun goes down
  4. She was sitting
  5. Loony bin preacher
  6. Bragger
  7. Kick off my boots
  8. Roll the dice

BIG CLYDE lineup:

  • Kev Volken – vocals
  • Marco Hegner – guitar
  • Remo Loffel – drums
  • Sandro Vanetti – guitar
  • Sid Robben – bass
{{title}} {{title}}

foto: Raffaele Godi

_________________________________

Jeff Scott Soto
Arriviamo dunque al tanto atteso protagonista della serata, la voce evergreen del rock, che accompagnato da musicisti di elevato calibro, arriva sul palco sollevando urla e applausi dall’audience. Jeff Scott Soto dagli anni ‘80 ad oggi è una garanzia e non perde un colpo, sia in sede di live che su disco, e ci ha abituato a vederlo in differenti progetti e lineup che lo vedono sempre in veste di frontman. Questo tour riguarda il suo ultimo album solista “Origami” e in scaletta ci sono diversi nuovi brani mischiati ad alcuni più datati, senza escludere alcune chicche della carriera del noto vocalist. Jeff sul palco è imponente e accattivante come la sua voce, ma non mancano i momenti comici dove facendo ridere il pubblico stempera l’atmosfera appesantita dallo stile musicale virtuoso e veloce. Da bravo frontman, lascia spazio ed esalta anche i musicisti che condividono il palco con lui, rendendo l’intera performance molto fluida ed energetica. Punta di diamante dello show è il finale, aperto dall’immancabile e memorabile “I’ll be Waiting”, masterpiece dei Talisman, della quale Soto sfrutta i cori coinvolgenti per duettare con il pubblico. Segue un brano tratto dalla colonna sonora del celebre film “Rock Star” – che ogni Rock fan ha visto svariate volte e conosce le battute a memoria – “Livin’ the Life”, un pezzo che spinge sull’accelleratore e che fa da sfondo ad una simpatica “gara” di vocals tra Soto e il chitarrista … Gran finale degno di lode con “Stand Up and Shout”, tratta sempre dallo stesso film, e Soto assieme al frontman dei Big Clyde, chiudono col botto dopo aver caricato il pubblico per tutta la sera, dando una degna conclusione ad una performance ad alto livello, ricordando ancora una volta la garanzia di successo quando Soto padroneggia il palco ed il microfono.

Setlist:

  1. Hypermania
  2. Freakshow
  3. 21st Century / Colour My XTC
  4. Drowing (Jeff Scott Soto song)
  5. Wrath
  6. Weight Of The World
  7. Soul Divine (Jeff Scott Soto song)
  8. The Fall
  9. Watch the Fire / Learn to Live Again / One Love (WET medley)
  10. Origami
  11. Detonate
  12. Eyes Of Love (Jeff Scott Soto song)
  13. Torn / When I’m Older
  14. Frozen (Madonna cover) / Crazy (Seal cover) / Give In To Me (M. Jackson cover)
  15. Cyber Masquerade
  16. Livin’ The Life (Steel Dragon cover)
  17. Risk (Jorge Salan cover)
  18. World Gone Colder
  19. Tears In The Sky (Talisman cover) /I’ll Be Waiting (Talisman cover)
  20. Stand Up (Steel Dragon cover)

SOTO line up:

  • Jeff Scott Soto – vocals
  • BJ – guitar
  • Edu Cominato – drums
  • Jorge Salan – guitar
  • Tony Dickinson – bass
{{title}} {{title}}

foto: Raffaele Godi