SCORPIONS – Uragano Rock in una notte d’estate

SCORPIONS –
live @ Lucca Summer Festival, Lucca
– sabato 27 luglio 2019 –

 

LIVE REPORT •

 

L’edizione 2019 del Lucca Summer Festival ospita, in questo ultimo sabato di luglio, i leggendari Scorpions nell’unico appuntamento, nel nostro Paese, della monumentale band tedesca con i fan italiani. Una giornata caratterizzata da una situazione meteorologica instabile, con una serie di temporali che, nell’arco dell’intero pomeriggio, hanno costantemente colpito il comune toscano, mettendo a rischio il regolare svolgimento del concerto. Ma questo non è bastato a fermare i numerosissimi estimatori del combo teutonico, giunti qui da tutto lo stivale: piazza Napoleone è pronta a saggiare il velenoso aculeo dello Scorpione tedesco.
Via la pioggia, ora: un uragano rock si sta per abbattere su Lucca!

E’ un’esplosione di entusiasmo quella che, su “Going Out With A Bang”, accoglie i cinque protagonisti della serata: gli Scorpions si presentano sul palco carichi e pieni di energia, decisi a lasciare il loro sigillo nella città toscana.
Un percorso a 360 gradi che ci condurrà attraverso 50 anni di storia dell’hard rock, ripercorrendo le principali tappe di una carriera lunghissima che gli ha fatto raggiungere, meritatamente, un successo planetario.
Klaus Meine con la sua immensità vocale, Rudolf Schenker con la sua inesauribile vitalità, Matthias Jabs con i suoi fantasiosi disegni solistici, Pawel Maciwoda con le sue armonizzazioni sulle quattro corde e il roccioso Mikkey Dee con le sue dirompenti evoluzioni acrobatiche, saranno le nostre guide in questa elettrizzante serata.
Da “Make It Real” alla strumentale “Coast To Coast”, attraverso i riff metallici dei ritmi reggae di “Is There Anybody There” o quelli più aggressivi di “The Zoo” sul cui assolo, Matthias, col Talk Box fa “parlare” la sua chitarra, gli Scorpions raccontano la storia del rock, di cui sono parte essenziale. Il loro è un linguaggio universale che tutti possono comprendere con semplicità, tanto da cantare, parola dopo parola, ogni brano insieme allo straordinario Klaus.
Il frontman di Hannover incanta il pubblico con la sua voce, lo stimola, lo fa cantare, raccoglie applausi su applausi e lo ringrazia a più riprese per essere qui nonostante la pioggia a celebrare una serata all’insegna del Rock, quello con R maiuscola.
Un concerto degli Scorpions dovrebbe durare ore ed ore, tanti sono i brani che, nel corso degli anni, hanno contribuito a dare lustro alla loro strepitosa carriera. Per questo la band propone alcuni medley che raccolgono delle autentiche pietre miliari che sarebbe impossibile estromettere dalla loro scaletta, spaziando dagli anni ‘70 con brani del calibro di “Top Of The Bill”, “Steamrock Fever”, “Catch Your Train” (tanto per citarne alcuni), agli anni ’80 e ’90 con pezzi come “Bad Boys Running Wild” o “Tease Me Please Me”, in un concentrato di hits che ci racconta tutta la loro evoluzione musicale.
Ma non mancheranno, ovviamente, anche quelle ballad che hanno fatto battere forte perfino i cuori dei più imperterriti e “duri” rockers: riascoltare le delicate note di “Holiday” e di “Send Me An Angel” è sempre una dolce emozione!… E i cori risuonano forti in tutta la piazza…
E chi, almeno una volta nella vita (ma anche due), non ha fischiettato “Wind Of Change”? Klaus volge il microfono verso di noi e ci ritroviamo a cantare quella che è la canzone simbolo del profondo cambiamento di tutta un’epoca, un preludio acustico al terremotante scossone che di lì a poco Mikkey innescherà con il suo assolo di batteria. L’ex- Motörhead sale in alto e dal “pulpito”, con i suoi tamburi, tuona più forte di quanto abbia fatto oggi Giove Pluvio: una vera dimostrazione di potenza!
Si torna a premere sull’acceleratore con “Blackout”: Rudolf imbraccia la sua chitarra, accende i motori e, comincia ad impazzare da una parte all’altra del palco, roteando come un turbine il suo braccio su quelle sei corde fumanti… e a 70 anni sfido chiunque a farlo!
Lucca, con il Summer Festival, diventa il centro dell’estate musicale italiana e la conclusiva “Big City Nights” sembra essere la celebrazione di questa magica serata: il pubblico accompagna l’uscita della band con un lungo e prolungato applauso, una standing ovation che dimostra tutto l’affetto che nutriamo verso di loro.
E gli Scorpions ci ripagano rientrando in scena regalandoci, prima, l’intensa e suggestiva “Still Loving You” che il pubblico canta in coro all’unisono, per chiudere, poi, con una scarica di pura adrenalina: “Rock You Like A Hurricane” è una tempesta che ci investe senza tregua e fa scatenare tutta quanta la platea. Braccia al cielo e horns up, Lucca diventa il tempio del Rock in un finale da antologia che conclude un concerto memorabile.
Non sono molti i gruppi rock che possono vantare una tale energia e una tale forza sul palco a distanza di così tanti anni: gli Scorpions sono tra questi. Immortali!

Setlist:

  1. Going Out With a Bang
  2. Make It Real
  3. Is There Anybody There?
  4. The Zoo
  5. Coast to Coast
  6. Top of the Bill / Steamrock Fever / Speedy’s Coming / Catch Your Train
  7. We Built This House
  8. Delicate Dance (instr.)
  9. Holiday
  10. Send Me an Angel
  11. Wind Of Change
  12. Bad Boys Running Wild / I’m Leaving You / Tease Me Please Me
  13. Drum Solo
  14. Blackout
  15. Big City Nights
  16. Still Loving You
  17. Rock You Like a Hurricane

SCORPIONS lineup:

  • Klaus Meine – vocals
  • Rudolf Schenker – guitar
  • Matthias Jabs – guitar
  • Mikkey Dee – drums
  • Pawel Maciwoda – bass
{{title}} {{title}}

 

elaborazione immagini: Ilaria degl’Innocenti