RoMetal: all’insegna dell’underground

ROMETAL 2016 – Day 2:
EXILED ON EARTH + BLODIGA SKALD + SETANERA + AFASIA
live @ Pala Cavicchi, Ciampino (Roma)
– venerdì 26 agosto 2016 – 

 

LIVE REPORT •

E’ il primo venerdì del RoMetal V, giorno in cui si sono esibite quattro band, dagli Afasia agli Exiled On Earth, che hanno presentato sul palco del Pala Cavicchi generi diversi tra loro. E’ stata una rassegna che ha visto protagonisti molti generi musicali, tra il metal, l’alternative e l’hard rock. In particolare venerdì 26 agosto 2016 è stata una giornata particolare, in cui ogni band ha presentato i suoi brani originali, tra mille sfaccettature e interpretazioni.

Afasia
Si alza il sipario sugli Afasia, band che ha presentato una setlist con canzoni in italiano. Sono attivi dal 2011 e sfornano un’amalgama come loro stessi definiscono, ‘polindroma’, perché abbraccia vari stili. Ci propongono canzoni che fanno parte anche del loro imminente lavoro in studio, Nelle Vesti Del Mio Ego. La prima track prevista in scaletta contiene anche un pizzico di mitologia greca, dato che la band impatta ritmando “Perseo”, canzone dalle molteplici sfaccettature così come “Quel Mostro Senza Cuore”. Due facce di un’unica medaglia, quella proposta dalla musica poliedrica degli Afasia.
E’ un pregio che la band abbia le canzoni in italiano, senza utilizzare quel ‘finto’ inglese che adottano in tanti ma che a livello testuale comunica ben poco. Testi, quindi, interessanti, implementati anche da musica abbastanza curata, dove ci sono anche ottimi intermezzi di tastiere. L’inizio sembra ottimo, gli Afasia hanno preso la direzione giusta.

Setlist:

  1. Perseo
  2. Quel Mostro Senza Cuore
  3. Nelle Vesti Del Mio Ego pt.2

AFASIA lineup:

  • Marco Civilla – Vocals
  • Damiano Lanciano – Bass Guitar
  • Francesco Lori – Guitar
  • Giuseppe Poveromo – Keyboards
  • Fabio Riccucci – Drums
{{title}} {{title}}

foto: Ilaria degl’Innocenti

_____________________________________

Setanera
Il combo Setanera si presenta impattando con una voce molto interessante, quella di Valentina Bucci, delicata ma allo stesso tempo piena di grinta e molto duttile. Sono canzoni in cui si può percepire l’essenza della band, tra il rock e il blues, per un ensemble ben gestito, in cui spiccano “Spettralia” e “New Era”, due brani diversi tra loro, ma interessanti perché ricalcano il messaggio che la band vuole diffondere, quello che i Setanera vogliono raccontare con la musica: la vita. E’ una buona formazione, sotto tutti i punti di vista, quindi attendiamo il seguito.

Setlist:

  1. Journey To The Freedom
  2. Black River
  3. Lie
  4. Heroes
  5. Spettralia
  6. Toxicity (SOAD cover)
  7. New Era

SETANERA lineup:

  • Valentina ”Setanera” Bucci – Vocals
  • Alex Merola – Guitars
  • Alessio Contorni – Keyboards
  • Dario Di Pasquale – Bass
  • Enrico Sandri – Drums
{{title}} {{title}}

foto: Ilaria degl’Innocenti

_____________________________________

Blodiga Skald
Un tuffo nel medioevo con i Blodiga Skald, una band che ha un grosso pregio: cerca di osare, tentare e andare avanti senza inibizioni o imitazioni di nessuno. Lo fanno in modo molto buono, soprattutto da un punto di vista musicale più che nella parte cantata, con melodie convincenti e alcune versioni ‘caserecce’ di brani famosi, come l’interpretazione ‘forense’ de “La Isla Bonita” di Madonna. Per una musica così particolare come la loro, il brano non è proprio una scelta molto azzeccata, nonostante l’originalità con cui è stata interpretata. La band ha moltissimi pregi, oltre a quello di saper intrattenere il pubblico nel migliore dei modi e soprattutto per la parte delle tastiere, molto tecnica, con la quale i brani assumono un aspetto più completo.

Setlist:

  1. Epica Vendemmia
  2. Latin Fear
  3. No Grunder, No Cry
  4. Ruhn
  5. La Isla Bonita/Colegiala (Madonna cover/Rodolfo Y Su Tipica cover)
  6. Panapiir

BLODIGA SKALD lineup: 

  • Anton “Quello Scarso” Caleniuc – Voice
  • Daniele “Barbaro Saccente” Foderaro – Guitars
  • Ludovica “Gloriosa In Frattaglia” Faraoni – Keyboards
  • Emanuele “Cosa Ci Faccio Qui” Viali – Bass Guitar
  • Nicola “Don Tamburello” Petricca – Drums
{{title}} {{title}}

foto: Ilaria degl’Innocenti

_____________________________________

Exiled On Earth
Ed ecco che arriva il clou della serata, con gli Exiled On Earth e il loro nuovo lavoro, “Forces Of Denial”, un album che è stato frutto di una gestazione in studio molto lunga. Ancora una volta, la band si è riconfermata a livello tecnico e ha dimostrato di possedere del talento musicale, quello vero. Si è trattata di un’esibizione molto diretta e senza mezze misure, con canzoni di interpretazione non semplice, lontane dalla solita melodia ‘tecnica’ studiata a tavolino. Si impatta con “Forces Of Denial” per poi continuare con “The Glory And The Lie” e “Lifting The Veil”. Si tratta di una miscellaneaa di accordi, riffs di chitarra e giri di basso accattivanti. “Forces Of Denial” rappresenta una svolta rispetto a “The Orwell Legacy”, primo lavoro in studio, anche quello ben costruito, ma più grezzo rispetto a quest’ultimo. Gli Exiled On Earth si riconfermano band molto promettente.

Setlist:

  1. Forces Of Denial
  2. The Glory And The Lie
  3. Vortex Of Deception
  4. Lifting The Veil
  5. Into The Serpent’S Nest
  6. The Manglier
  7. Spiral Damnation
  8. Forgotten Lore

 EXILED ON EARTH lineup:

  • Tiziano Marcozzi – Vocals, Guitar
  • Gino Palombi – Bass
  • Piero Arioni – Drums
  • Alfredo Gargaro – Guitar
{{title}} {{title}}

foto: Ilaria degl’Innocenti

Nonostante il terremoto del 24 agosto ad Amatrice, il live che si è tenuto al Pala Cavicchi alla fine, sebbene ci sia stata la volontà della Stirred Zone di annullarlo, da manifestazione ludico-musicale si è trasformato in evento di beneficenza a favore di popolazioni colpite da una grossa calamità naturale. E’ stato messo, in cima al palco, un raccoglitore per donare soldi alle popolazioni terremotate, che sono stati fatti recapitare direttamente a Rossella ”Ross” Nardini’, conosciuta da molti nell’ambiente metal. Con l’ausilio del marito in servizio presso la Croce Rossa Italiana, Rossella utilizzerà tale somma per acquisti di prima necessità dimostrabili con fattura, facendoli reperire direttamente ai destinatari. Il Metal ancora una volta ha trionfato. Pochi, ma buoni, per una kermesse che continua in sordina.