KIKO LOUREIRO TRIO – magie carioca a Industrie Sonore

KIKO LOUREIRO TRIO
live @ Industrie Sonore, Isola del Liri (Fr)
– martedì 5 febbraio 2019 –

 

LIVE REPORT •

Continuano gli incontri con i grandi della sei corde nella magnifica cornice di Isola del Liri. Questa volta il Centro Musicale Industrie Sonore ospita lo straordinario Kiko Loureiro, chitarrista noto per la sua militanza nei Megadeth e negli Angra.
Loureiro, da qualche giorno, sta visitando l’Italia con il suo Trio nel quale ha coinvolto due dei suoi vecchi compagni d’armi negli Angra: Felipe Andreoli e Bruno Valverde. Una serie di concerti che ha visto un notevole numero di presenze, così come è stato anche questa sera nella sede di Industrie Sonore: un appuntamento immancabile per tutti gli appassionati della regina degli strumenti.

Man mano che la sala si va riempiendo, si crea un’atmosfera particolare per l’attesa, una sorta di miscela tra la consapevolezza che da lì a breve avremmo assistito a qualcosa di magico e la curiosità di vedere Kiko in un contesto completamente diverso da quello cui siamo abituati nei concerti con i Megadeth. Gli applausi che accompagnano l’ingresso in scena dei tre musicisti, ci riportano alla realtà e siamo pronti a farci stupire.
Quello di Kiko e compagni sarà un viaggio in un universo musicale dove non è solo il metal a fare la parte del leone, ma tra elementi prog, jazz, fusion e, perché no, ritmi brasileiri, il sound creato dal trio ci avvolgerà completamente e ci accompagnerà per oltre un’ora e mezza.
Il religioso silenzio con cui il pubblico ascolta e osserva, viene spezzato solo dai numerosi applausi che, tra un brano e l’altro, vengono rivolti all’indirizzo della band, in un clima intimo facilitato dalla vicinanza tra pubblico e palco.
Da “Pau de Arara” a “Camino a Casa”, attraverso brani come “Reflective” o “El Guajiro”, Loureiro ripercorre un po’ tutta la sua carriera solistica, lasciando spazio ad un omaggio alle due band che lo hanno portato alla ribalta solo verso il finale, con “Conquer or Die” dei Megadeth seguita da “Angels and Demons” degli Angra.
Tutto il set è caratterizzato dalla tecnica individuale di ciascuno dei tre, a cominciare dai virtuosismi sulla sei corde di Kiko, capace nel contempo di inebriarci con le sue affascinanti melodie e farci battere forte il cuore a ritmo di samba. Non da meno lo è Felipe Andreoli che, con il suo basso, costruisce un ricco ed intenso tappeto sonoro sul quale Loureiro può lasciarsi andare in solismi da mille e una nota, come su “Dilemma” e “Enfermo” dove il nostro Kiko mette a dura prova i nostri sguardi con la sua velocità: la mano è più veloce dell’occhio!
E che dire di Bruno Valverde? Il giovanissimo drummer strapazza la sua batteria con estrema precisione, dimostrando tutta la sua bravura in un acrobatico solo da standing ovation: un concentrato di potenza e grande fantasia. Chapeau!
Insomma, ancora una volta Industrie Sonore coglie nel segno e porta sul proprio palco un artista di grande carisma come Kiko Loureiro, in un concerto che ha regalato emozioni a tutto il pubblico che ha partecipato. E non finisce qui: la programmazione sarà sempre più intensa e ricca di eventi veramente interessanti…
Stay tuned!

Setlist:

  1. Pau de Arara
  2. Reflective
  3. Escaping
  4. Graystone gateway
  5. No Gravity
  6. El Guajiro
  7. Feijão de corda
  8. Camino a casa / Drums solo
  9. The Hymn
  10. Conquer or die (Megadeth song)
  11. Angels and Demons (Angra song)
  12. Ray of Life
  13. Dilemma
  14. Enfermo
{{title}} {{title}}

foto: 
 Stefano Panaro