KALIDIA – sul Trono dell’Arci Tom

KALIDIA + 4TH DIMENSION + REVENIENCE
live @ Arci Tom, Mantova
– sabato 24 novembre 2018 –

 

 

LIVE REPORT •

Un concerto particolarmente gradevole e ricco di novità all’Arci Tom di Mantova, incentrato sulla presentazione del nuovo album dei toscani Kalida che, insieme a Revenience e 4th Dimension, hanno sfoggiato eccelse abilità strumentali e canore, acclamati da tutti noi spettatori presenti in questa serata. Ma andiamo con ordine!

Revenience
A dare il via a questo show dedito alla musica melodica sono i goth metallars Revenience. Originari di Bologna e nati nel 2014, con un full-lenght venuto alla luce nel 2016 e un EP rilasciato l’anno successivo; il loro sound presenta un eclettico miscuglio di Symphonic/Gothic dalle atmosfere malinconiche e graffianti. Molto attivi nella scena underground italiana, hanno condiviso il palco con band di spicco, tra i quali gli Evanescence in Lituania. Forse una delle poche band a cui ho assistito che si affidano principalmente alle tastiere, mettendo in secondo piano la chitarra, mostrando non poco una vena di raffinatezza musicale. La loro carismatica frontwoman, Debora Ceneri, dimostra di avere un ottimo timbro vocale simile a quello della nostrana Cristina Scabbia. Nella loro breve ma intensa scaletta segnalo in particolare “Lone Island”, dove le tastiere dominano in tutta quanta la canzone ed un’altra in particolare, che ha lasciato il pubblico totalmente di stucco per lo stupore, ovvero la main theme strumentale del noto film Profondo Rosso, eseguita dal gruppo a loro modo, evocando angoscianti atmosfere del rock progressivo italiano dei Goblin. Introdotta con la celeberrima nenia infantile eseguita con maestria dalla Ceneri, i ragazzi si sono poi scatenati in evoluzioni progressiste di chitarra e tastiera. Infine, chiudono in bellezza con il singolo “Shamble” ringraziando l’Arci Tom, il caloroso pubblico e le altre band della serata. Inoltre, la Ceneri ha voluto sottolineare il fatto che la lineup del gruppo ha subito dei cambi di formazione. In particolare il bassista, che quello ufficiale, ovvero Luca Negro (Temperance) è stato sostituito in questa serata da Gabriele Quaranta, chitarrista nei Led By Vajra, che già collaborava con la band come fonico. Ragazzi che hanno molto da dire artisticamente parlando. Il mio desiderio futuro è di rivederli live con la stessa grinta che hanno avuto questa sera.

Setlist: 

  1. Blown Away by the Wind
  2. A-Maze
  3. Revenant
  4. Shadows and Silence
  5. Not My Choice
  6. Lone Island
  7. Profondo Rosso
  8. Shamble

REVENIENCE lineup:

  • Debora Ceneri – Vocals
  • Fausto De Bellis – Guitars
  • Pasquale Barile – Keyboards & Synths
  • Gabriele Quaranta – Bass
  • Simone Spolzino – Drums & Growl
{{title}} {{title}}

foto: Dario De Marco Photography 

________________________________________

4TH Dimension
E finalmente è tempo di Power ! Assenti sulle scene da quattro anni, tornano più carichi che mai i vicentini 4TH Dimension. Fondati nel 2005 dal frontman Andrea Bicego, vantano passate collaborazioni con nomi conosciuti nel panorama del Power Metal come Fabio Lione e Alessio Lucatti ed hanno anche avuto l’immenso onore di essere il gruppo di apertura ai Sonata Arctica. Con una produzione di dischi che vanta la bellezza di 5000 copie vendute, il gruppo di certo non può non distogliere l’attenzione da tutti i fruitori cari a questo genere. Con un intro dai toni epici salgono sul palcoscenico, mostrando subito di che pasta sono fatti. Le sonorità, di puro stampo Power Prog, accompagnano la calda voce carica e ricca di pathos del frontman in tutta quanta la scaletta. I vertiginosi riff di chitarra di Michele Segafredi lasciano allibiti tutti quanti. Idem anche per le tastiere di Riccardo Callegari, fortemente influenzate dal sound dei Sonata Arctica. L’incalzante ritmo di batteria di Andrea Zanon non dà tregua fino alla ballata, ovvero “Winter’s Gone”. Non mancano anche pezzi di chiara matrice elettronica, come ad esempio la song “Extraworld”, definita da Bicego un pezzo da disco anni ’80. Chiudono con “Angel’s Call”, salutando tutti quanti per essere stati presenti alla loro esibizione

Setlist:

  1. A Circle in the Ice
  2. Kingdom of Thyne Illusions
  3. Goldeneyes
  4. White Logic
  5. Winter’s Gone
  6. Extraworld
  7. Angel’s Call

4TH DIMENSION lineup:

  • Andrea Bicego – Vocals
  • Michele Segafredo – Rhytm & Lead Guitar
  • Riccardo Callegari – Keyboards
  • Andrea Zanon – Drums
  • Stefano Pinaroli – Bass
{{title}} {{title}}

foto: Dario De Marco Photography 

________________________________________

Kalidia
E dopo i soliti preamboli di soundcheck salgono sul palco i ben noti Kalidia, accolti con fragoroso entusiasmo dalla folla. Formatasi nel 2010, questa band è passata agli onori della critica con il loro album di debutto “Lies’ Device”. Con il videoclip della title track rilasciato su Youtube, i Kalidia hanno ricevuto molti consensi e apprezzamenti, arrivando alla cifra di 900.000 visualizzazioni. Tra il 2014 e il 2017 hanno calcato palcoscenici in Italia, Germania e Regno Unito con band quali Rhapsody Of Fire, Serenity, Vision Divine, Ancient Bards, Cellar Darling ed altri altri ancora. In occasione della nuova release uscita proprio ieri, ovvero “The Frozen Throne”, mostrano subito di avere gli attributi necessari per non essere troppo monotoni, sfoderando anche un tocco di freschezza a questo genere ultimamente arido di novità. Si parte con la titletrack del nuovo album. Nicoletta, in forma smagliante come non lo era mai stata prima, sale sul palcoscenico con tanto di corona regale sul capo, evocando le tematiche presenti nell’album. La sua voce sensuale e potente lascia incantata la folla per tutta quanta la durata dello show. I riff e gli assoli di chitarra di Federico Paolini non passano di certo inosservati ! Per non parlare dell’ottimo basso di Roberto Donati e degli assurdi tecnicismi di batteria di Dario Gozzi. Proseguono con “To the Darkness I belong”, per poi arrivare all’ultimo singolo rilasciato, “Circe’s Spell”, gradevolmente orecchiabile grazie anche all’intro arabeggiante, scolpendoti subito in testa i ritmi di questa bellissima canzone. Ma c’è anche spazio per qualche canzone del primo album, come le bellissima “Reign of Kalidia” e “Harbringer of Serenity”, quest’ultima cantata assieme ad Andrea Bicego, il frontman dei 4th Dimension. Passano poi alla piratesca “Black Sails”, mostrando con orgoglio sul palco una bandiera con tanto di ossa e teschio. Moderano i toni con la ballatona “Midnight’s Chant”, per poi riprendere coi maestosi giri di chitarra di “Lies’ Device” e con la gothicheggiante “The Lost Mariner”, per arrivare infine alla splendida “Go Beyond”, accompagnata nel ritornello da una batteria che non dà tregua all’udito e a “Black Magic”, un’altra song del primo album. I Kalidia, ormai di casa all’Arci Tom, ringraziano con affetto il proprietario, il fonico e il pubblico per essere stato presente in questa serata, congedandosi da loro con il consueto selfie di gruppo.

Setlist: 

  1. Frozen Throne
  2. To the Darkness I belong
  3. Circe’s Spell
  4. Orpheus
  5. Reign of Kalidia
  6. Harbringer of Serenity
  7. Black Sails
  8. Midnight’s Chant
  9. Lies’ Device
  10. The Lost Mariner
  11. Go Beyond
  12. Black Magic

KALIDIA lineup:

  • Nicoletta Rosellini – Vocals
  • Federico Paolini – Guitar
  • Roberto Donati – Bass
  • Dario Gozzi – Drums
{{title}} {{title}}

foto: Dario De Marco Photography