INFECTED RAIN: Scarica di adrenalina al Legend Club

INFECTED RAIN + VOLTURIAN
live @ Legend Club, Milano
– mercoledì 14 settembre 2022 –

LIVE REPORT •

Clima afoso per una serata ad alto livello di adrenalina al Legend Club che ospita gli Infected Rain, band ormai di culto nella scena dell’alternative metal. In apertura i nostrani Volturian, che accomunati dalla componente femminile e la grinta heavy metal ai colleghi moldavi, scaldano palco e pubblico in questo evento ricco di headbanging ed energia.

VOLTURIAN
Aprono le danze gli italianissimi Volturian, band a quattro elementi con voce femminile, che si mostrano subito compatti e pronti sul palco, proponendo un sound metal molto moderno ma comunque heavy. Formazione recente con già due album all’attivo, “Crimson” (2020) e “Red Dragon” (2022) entrambi sotto Scarlet Records, iniziano il set con “Stay”, tratta dal secondo album. Federica, voce e frontwoman, coinvolge e conquista il pubblico anche chiacchierando tra un brano e l’altro mostrandosi spontanea e soave, oltre che grintosa e dinamica durante i brani. La scaletta prosegue con diversi brani tratti dai due album, che rivelano uno stile che strizza l’occhio ai più conosciuti Lacuna Coil, lo stile sempre vincente dei contrasti tra melodie e sonorità heavy con un’aggiunta di basi elettroniche. E non a caso, il pubblico risponde molto bene alla proposta dei Volturian, che si portano a casa una bella soddisfazione, non solo aver offerto un ottimo opening act ma anche essersi fatti notare e apprezzare dai presenti tutti

Setlist:

  1. Stay
  2. Harley
  3. Days before you died
  4. Hauting Symphony
  5. Burn it up
  6. Broken
  7. The Killing Joke
  8. Between the Sleepers
  9. Torn Asunder

Volturian line up:

  • Federica Lanna – vocals
  • Andrea Zannin – drums
  • Federico Mondelli – guitars
  • Massimiliano Rossi – bass
 foto: Irene Eva Scapin

_______________________________

INFECTED RAIN
Non si fanno certo attendere gli Infected Rain, che puntano su velocità e tensione già dalle prime note. Riff metalcore e headbanging di dreadlocks saltano molto all’attenzione, ma l’istrionica frontwoman Lena Scissorhands molto di più. Tatuaggi, capelli di fuoco, sorriso ammaliante ma attitude quasi mascolina sul palco, che catalizza e incanta ogni spettatore. La band moldava propone alcuni pezzi tratti dall’ultimo album “Ecydsis” (2022 via Napalm Records), tutti fedelissimi al loro stile : sapiente mix di melodie estreme e progressive, tempi veloci e voce growl. Tra una canzone e l’altra, Lena si mostra dolcissima con i presenti – un altro bel contrasto dopo averla sentita cantare in growl appunto – e parla un italiano pressoche perfetto, spiegando che ha vissuto nel nostro paese, dove ancora abita la sua famiglia. L’intero set sembra scorrere velocissimo e intenso e l’energia tra palco e pubblico si può quasi toccare, nessuno riesce a star fermo, tutti seguono le movenze della bella Lena, che incita a saltare e scapocciare. Un successo annunciato e confermato, quello della data meneghina degli Infected Rain, che mirano e colpiscono nel segno, conquistando un seguito ancor più nutrito e fedelissimo in Italia.

Setlist:

  1. Pendulum
  2. Mold
  3. Black Gold
  4. Longing
  5. The Earth Mantra
  6. The Realm of Chaos
  7. Postmortem pt. 1
  8. Passerby
  9. Fighter
  10. Orphan Soul
  11. Fool the Gravity
  12. Sweet sweet Lies

Infected Rain line up:

  • Lena Scissorhands – vocals
  • Vadim Ozhog – guitars
  • Eugen Voluta – drums
  • Vladimir Babici – bass
  • Serghei Babici – guitars
foto: Irene Eva Scapin