Hic Est Metallum atto quarto

HIC EST METALLUM VOL. IV:
ZOMBIES SYNDICATE + STATO MENTALE ALTERATO + ASHI
live @ Locanda Atlantide, Roma
– domenica 20 marzo 2016 – 

 

LIVE REPORT •

Si ritorna alla Locanda Atlantide per il quarto appuntamento della rassegna Hic Est Metallum, organizzato da Explolive Poject in collaborazione con il programma radiofonico Hard Times di TRS Radio. Come nei precedenti “volumi”, anche stasera verrà proposto uno spaccato del ventaglio di proposte originali dell’underground romano e dintorni. Si alterneranno sul palco gli Ashi, lo Stato Mentale Alterato e i Zombies Syndicate.

Ashi
Avviano la serata infuocando il palco con il loro thrash metal potente fatto di riff massicci e spediti ed incastonando qualche trama progressive-funk fino al blues. La loro caratteristica è la scelta (coraggiosa) dei testi in italiano inserendoli su un genere ostico, trattando tematiche della quotidianità con anticonformismo ed impertinenza. L’avvio è dei migliori accendendo “La Luce Nel Buio”, passando per “Frequenze Normali” con ritmi più lenti e marcati e nonostante ciò cantano “sopravviverò lo stesso”. “Se “Resisto” è “La Chiave” contro la consumistica ”Irresistibile Voglia Di Sciopping” perché “La Vita E’ Breve””: questo è il loro messaggio contenuto tra i vari pezzi al quale aggiungono spessore giocando ad “un, due, tre stella” tra gli stacchi. Annunciano che a breve uscirà l’EP omonimo che conterrà alcuni dei brani in scaletta tra cui “La Vita E’ Breve”, che sarà il singolo e video. Al “Corto Circuito Isterico” che genera problemi d’”Identità” solo “W.T.R.” (Walker Texas Ranger) può porre rimedio: è l’ultimo eroe in carne e muscoli ancora vivo. Chiudono in bellezza con un “Fuoco Bellissimo”. Ashi: l”ashi”ano il segno.

Setlist:

  1. La Luce Nel Buio
  2. Frequenza Normali
  3. Resisto
  4. La Chiave
  5. Irresistibile Voglia Di Sciopping
  6. La Vita E’ Breve
  7. Corto Circuito Isterico
  8. Identità
  9. T.R.
  10. Fuoco Bellissimo

ASHI lineup:

  • Marco Piceno – Vocals & Guitar
  • Andrej Surace – Guitar
  • Emiliano “Bassiere” Baccini – Bass & Backing Vocals
  • Fabio Mancinelli – Drums
.

 foto Magda Red – click qui per la photogallery completa

_______________________________

Stato Mentale Alterato
La giovane band di Nettuno ha l’opportunità stasera di mostrare il suo repertorio originale. Suonano un hard rock melodico con testi in italiano che parlano di vita on the road e di denuncia sociale. “La Strada Brucia” e “Fuoco” riscaldano la scena per presentare l’inedito “Stato Mentale Alterato”. Proseguono con la loro versione in italiano di “Fire” di Jimi Hendrix (a breve uscirà il video). Nel brano “A Fine Mese” Alex si scatena dilungandosi nell’assolo. “La Mia Arma E’ La Denuncia” esprime in tutti gli aspetti il loro messaggio, mentre sull’introspettiva “Caro Amico Mio” calano i ritmi e sul finale c’è un accenno a “Love Gun” dei Kiss. A questo punto c’è il ritmato assolo di batteria di Luca. Chiudono con il loro cavallo di battaglia “Io Sono Nato Libero”. Si notano nel corso della performance gli squillanti assolo alla chitarra di Alex e le linee al basso di Roberto sopra le righe. Stato Mentale Alterato: energetici.

Setlist:

  1. La Strada Brucia
  2. E’ Fuoco
  3. Stato Mentale Alterato
  4. Fire (Jimi Hendrix cover)
  5. A Fine Mese
  6. La Mia Arma E’ La Denuncia
  7. Caro Amico Mio
  8. Io Sono Nato Libero

STATO MENTALE ALTERATO lineup:

  • Alex Afilani – Vocals & Lead Guitar
  • Mirko “Il Predatore” D’Amora – Rhythm Guitar
  • Christian Micocci – Keyboards
  • Roberto Di Magno – Bass
  • Luca Donaddio – Drums
.

 foto Magda Red – click qui per la photogallery completa

_______________________________

Zombies Syndicate
La sala si riempie dei loro fan ed amici che prendono posto sottopalco: si può cominciare. I Zombies Syndicate suonano un genere che unisce metal, dark new-wave e tracce di punk ed hanno come linea di riferimento le tematiche horror, dagli zombie ai licantropi (in “Werewolf” poi riproposta come bis in lingua italiana trasformandosi in “Licantropo”) passando per i vampiri (in “New Generation”). Li caratterizza un sound oscuro ed atmosferico ma semplice e diretto e non poteva mancare nella setlist il tributo a Rammstein di “Ich Will”. “Wild Heart”, lenta e cupa, insieme a “Werewolf” sono i pezzi che colpiscono di più. Nel complesso spiccano gli assolo possenti del “Ninja” Flavio. Zombies Syndicate: horror sound essenziale.

Setlist:

  1. Werewolf
  2. Wonderful Girl
  3. Ich Will (Rammstein cover)
  4. New Generation
  5. Wild Heart
  6. Mad Dog
  7. Lords Of Salem
  8. Licantropo

ZOMBIES SYNDICATE lineup:

  • Luca “Wolf” – Vocals
  • Flavio “Ninja” – Lead Guitar
  • Antonio “Mad Dog” – Rhythm Guitar
  • Luigi “Bux” – Bass
  • Valerio “Pandora” – Drums
.

 foto Magda Red – click qui per la photogallery completa