Forever… Y&T!

Y&T + REBELHOT
live @ Lario Music Festival, Lezzeno (Co)
– venerdì 16 settembre 2016 – 

 

LIVE REPORT •

È ormai un appuntamento fisso quello con gli Y&T nella splendida cornice del lago di Como. Anche quest’anno, infatti, la storica formazione americana torna nei luoghi tanto cari al Manzoni, per l’unico appuntamento sul suolo italico, prima di dare il via al loro tour europeo. Una data da non perdere per tutti gli appassionati di questa band che è on the road sin dal lontano 1976 (all’epoca sotto il moniker di Yesterday and Today). Questa volta ci troviamo a Lezzeno (in luogo di Bellagio, location che più volte li ha ospitati), nell’ambito della prima edizione del Lario Music Festival, un evento completamente gratuito e che prevede in apertura di programma i comaschi RebelHot.

RebelHot
Tra sonorità rock/blues e southern ecco che i RebelHot prendono possesso del palco. Con loro è un comeback verso gli anni a cavallo tra il ’60 e ’70 e che possiamo rivivere appieno con pezzi come l’iniziale “Some Kind Of Wonderful” (brano conosciuto soprattutto nella versione dei Grand Funk Railroad) o “Lucky”, che danno modo ai quattro rockers di dare un saggio delle loro qualità. Omogenei e complementari, canzone dopo canzone, i RebelHot conquistano la fiducia di un pubblico inizialmente un po’ timido, ma che poi si avvicina sotto al palco attratto dal suono caldo ed avvolgente che i ragazzi tirano fuori dalla loro anima rock.
Il loro è un perfetto gioco di squadra costruito su schemi precisi e mai improvvisati, dove ognuno fa la propria parte, a cominciare dalla sezione ritmica di Ze al basso e Frank alla batteria, che con la loro sicurezza danno modo alla chitarra di Paul di spaziare con riff ed assoli tanto incisivi quanto efficaci.
Ma è soprattutto la voce di Husty a lasciare un segno: il bravo singer interpreta con intensa passione ogni brano, sfoderando, tra l’altro, una tonalità veramente grintosa, come sull’ultimo brano della scaletta, “Hot Stuff”, con la quale chiudono in bellezza una prova più che ottima. Certo, i RebelHot non rientrano esattamente in quelli che sono i miei gusti musicali, ma è indubbio che la loro bravura e la loro musica ci hanno fatto divertire riproponendo quelle che sono le origini sonore del mio beneamato heavy rock.

Setlist:

  1. Some Kind Of Wonderful (Soul Brother Six cover)
  2. Free
  3. Lucky
  4. RebelHot
  5. Love
  6. Hands Up
  7. Pray For The Rain
  8. Holy Is My Beer
  9. Shake It
  10. Hot Stuff

REBELHOT lineup:

  • Husty – Vocals
  • Paul – Guitar
  • Ze – Bass
  • Frank – Drums
{{title}} {{title}}

foto: Stefano Forensi

___________________________________

Y&T
Mentre in lontananza, sulla riva opposta, le luci delle case illuminano la notte riflettendosi sul lago e rendono ancor più suggestivo il paesaggio, ci accorgiamo che il numero dei presenti è andato pian piano aumentando ed ora comincia ad essere veramente cospicuo: tutto è pronto per accogliere i grandiosi Y&T.
Comincia così un viaggio nella storia di un gruppo che tanto ha dato alla musica heavy d’oltreoceano e non solo… Una vera e propria ovazione accoglie il loro ingresso, tutti ad applaudire i fantastici quattro: il tanto atteso momento è finalmente arrivato.
Si parte con “On With The Show” per proseguire poi con “Lipstick And Leather”: brano dopo brano gli Y&T ci fanno saltare, cantare, “scapocciare”… dandoci la carica con la loro inesauribile energia. E poi ancora, tra le tante, la robusta “Dirty Girl”, la graffiante “Black Tiger” e la trascinante “Meanstreak” che scatena la nostra fantasia ispirando i vigorosi e continui solos delle nostre “air guitars”.
Con un Dave Meniketti sugli scudi, la band prosegue con uno show strepitoso con brani del calibro di “Midnight In Tokyo”, durante la quale John Nymann e lo stesso Dave, ci regalano un bel duetto di chitarra. Ma non è tutto: tra “Take You To The Limit” e la travolgente “Hang ‘Em High”, ecco arrivare l’appassionante “I Believe In You” dove un super Meniketti ci illumina col suo estro creativo e ci emoziona con uno struggente assolo da standing ovation. Capolavoro!
L’entusiasmo dei fan è alle stelle, sotto il palco si canta tutti in coro la spensierata “Contagious”, così come la successiva “Summertime Girl”, all’insegna del più puro divertimento.
Anche il nuovo bassista Aaron Leigh sembra a suo agio su quel palco, di fronte ad un pubblico così caloroso e che non smette un attimo di applaudirli e sostenerli.
Purtroppo siamo quasi alla fine, ma si sa… le cose belle non durano mai abbastanza e quindi arriva il momento dei saluti con la classica “I’m Coming Home” con la quale sembrano volersi congedare, ma il pubblico li richiama a gran voce, insistente, con cori da stadio e li fa tornare in scena per un bis finale a sorpresa: la possente rullata del granitico Mike Vanderhule introduce l’incendiaria “Open Fire”, non prevista in scaletta, ma fortemente voluta da tutti noi. Inesorabilmente micidiali!
A “Forever” è affidata la chiusura di un concerto assolutamente strepitoso, applaudito a lungo da tutti i presenti, in un tripudio generale per ringraziare un band che ogni volta dà sempre il massimo senza risparmiarsi e che, anche col passare degli anni, non mostra mai i segni del tempo: ieri come oggi, per sempre Y&T.
Non ci sono dubbi: questo festival è stato un grande successo, sia per il numero di spettatori che per la musica offerta durante tutta la serata, grazie anche ad una perfetta organizzazione che vede il mastermind Aurelio “Gancio” Gandola sempre in prima fila e pronto ad offrire eventi di alta qualità.
Sicuramente anche da lassù, Leonard Haze (scomparso recentemente) e Phil Kennemore, rispettivamente batterista e bassista originali degli Y&T, avranno applaudito assistendo a questa stupefacente performance e, probabilmente, avranno impedito alle nuvole, che fino a poco prima dell’inizio avevano inondato il Nord Italia con una pioggia insistente, di rovinare una così bella festa.

La redazione di Metalforce ringrazia HeavyWorlds che per l’occasione ha permesso di poterci avvalere del loro fotografo e collaboratore Stefano Forensi.

Setlist:

  1. On With The Show
  2. Lipstick And Leather
  3. Don’t Stop Runnin’
  4. Dirty Girl
  5. Black Tiger
  6. Down And Dirty
  7. Don’t Bring Me Down
  8. I’ll Keep On Believin’
  9. Meanstreak
  10. Midnight In Tokyo
  11. Take You To The Limit
  12. Hang ‘Em High
  13. I Believe In You
  14. Contagious
  15. Summertime Girls
  16. I’ll Cry For You
  17. Rescue Me
  18. I’m Coming Home
  19. Open Fire
  20. Forever

Y&T lineup:

  • Dave Meniketti – Lead Vocals, Lead Guitar
  • John Nymann – Guitar, Vocals
  • Aaron Leigh – Bass, Vocals
  • Mike Vanderhule – Drums, Vocals
{{title}} {{title}}

foto: Stefano Forensi