Al Live Club la musica diventa… Epica!

EPICA + POWERWOLF + BEYOND THE BLACK
live @ Live Club, Trezzo sull’Adda (Mi)
– mercoledì 18 Gennaio 2017 –

LIVE REPORT •  

A soli 7 mesi di distanza dalla data romana, gli olandesi Epica tornano a far visita al nostro Paese per la parte europea del loro tour di supporto all’ultima fatica “The Holographic Principle”. Ad accompagnarli in questa gelida serata di Gennaio ci sono due gruppi tedeschi: Powerwolf e Beyond The Black

Beyond The Black
Lo show inizia abbastanza presto, verso le 19:30. Un intro molto atmosferico accompagna i sinfonici Beyond The Black sul palco, capitanati dalla bellissima Jennifer Haben. É la loro prima volta in Italia, e l’accoglienza è veramente ottima. Già dalle prime battute di “Lost In Forever” il loro stile mi ricorda molto i più famosi Within Temptation.
Nonostante siano attivi solo da 3 anni, i sei musicisti hanno talento da vendere: la voce di Jennifer è dolce e potente allo stesso momento, i chitarristi Chris e Tobi si alternano in assoli ben eseguiti, e il bassista Stefan non smette mai di coinvolgere e incitare il pubblico. Il tutto è accompagnato dalle tastiere di Jonas e dalla batteria di Kai.
Il concerto continua con brani tratti dai due album pubblicati: “Hallelujah”, “Running To The Edge”, “In The Shadows” che fanno parte del debutto “Songs Of Love And Death” del 2015; “Shine And Shade”, “Our Little Time” presenti in “Lost In Forever” del 2016.
La loro prima esibizione nel nostro Paese si conclude nel migliore dei modi: pioggia di applausi, e devo dire ampiamente meritati per una band giovane, che di sicuro inciderà permanentemente il proprio nome nel panorama del Symphonic Metal!

Setlist:

  1. Intro
  2. Lost In Forever
  3. Our Little Time
  4. In The Shadows
  5. Shine And Shade
  6. Running To The Edge

BEYOND THE BLACK lineup:

  • Kai Tschierschky – Drums
  • Stefan Herkenhoff – Bass
  • Chris Hermsdörfer – Lead Guitar/Backing Vocals
  • Gianmarco Morabito – Rhythm Guitar/Backing Vocals
  • Jennifer Haben – Lead Vocals
  • Jonas Roßner – Keyboards/Backing Vocals
{{title}} {{title}}

foto: Stefano Forensi

_____________________________________

Powerwolf
Un telo nero con inciso sopra PW cala davanti al palco del Live Club, a significare che tra poco si esibirà una delle band più significative dell’universo Power Metal tedesco degli ultimi anni: i mitici Powerwolf.
Dopo l’intro, la title track dell’ultimo album “Blessed And Possessed” dà il via allo spettacolo. Come di consueto l’impatto scenografico è a dir poco meraviglioso, e l’imponenza del leader Attila è di grande impatto.
I moltissimi fan presenti si scatenano al massimo, e accompagnando vocalmente la band in brani come “Coleus Sanctus”, “In The Name Of God” e “Resurrection By Erection”.
I fratelli Greywolf si scambiano di continuo posizione, sfoggiando a pieno il loro talento come chitarristi, Roel fa tremare il locale con tutta la potenza della sua batteria, e l’organista Falk , come di consueto, lascia di continuo la sua posizione per venire ad incitare il pubblico.
Da sottolineare il momento in cui Attila mette alla prova le doti canore del pubblico, che risponde alla grande, strappando i complimenti dello stesso cantante.
Al termine di ogni brano, il coro “Powerwolf, Powerwolf!” riecheggia potente, facendo capire quanto i cinque teutonici abbiano conquistato vecchi e nuovi fan.
Ma il tempo a volte è tirano, e lo show si conclude con i due singoli estratti da “Blood Of The Saints” del 2011: ovviamente parliamo di “Sanctified With Dynamite” e “We Drink Your Blood”.
Applausi scroscianti accompagnano la band fuori dal palco, certi di aver dato anche stavolta il 100% e conquistato proprio tutti.

Setlist:

  1. Blessed & Possessed
  2. Army Of The Night
  3. Amen & Attack
  4. Coleus Sanctus
  5. Dead Boys Don’t Cry
  6. Sacred & Wild
  7. In The Name Of God (Deus Vult)
  8. Armata Strigoi
  9. Werewolves Of Armenia
  10. Resurrection By Erection
  11. Lupus Dei
  12. Sanctified With Dynamite
  13. We Drink Your Blood

POWERWOLF lineup:

  • Attila Dorn – Vocals
  • Matthew Greywolf – Guitar
  • Charles Greywolf – Bass/Guitar
  • Roel Van Helden – Drums
  • Falk Maria Shlegel – Keyboards
{{title}} {{title}}

foto: Stefano Forensi

_____________________________________

Epica
Ed eccoci al momento più atteso; alle 22.00 le luci si spengono e parte l’intro “Ediola”, che apre “The Holographic Principle”. Ad uno ad uno i membri della band olandese prendono posto nelle loro postazioni, accolti da un forte entusiasmo.
L’intro lascia il posto alla prima traccia del nuovo album, e cioè “Edge Of The Blade”, e accompagna l’entrata della regina di questa serata: Simone Simons. Come sempre le sue doti vocali spiccano su tutto, nonostante durante l’esibizione ci saranno dei cali del volume.
I fan sono ovviamente rapiti dalla bravura di ogni singolo musicista, che ogni volta che vengono nel nostro Paese riscuotono un grande successo. La scaletta è incentrata sul nuovo album (sono 6 i brani tratti da quest’ultimo), ma non mancano i grandi classici; si passa dalla potenza di “A Phantasmic Parade” e “Ascension – Dream State Armageddon”, nella quale il growl di Mark e i cori la fanno da padrona, alla più “tranquilla” “Sensorium”. “The Essence Of Silence” e The “Unchain Utopia” sono i due pezzi scelti in rappresentanza del precedecessore “The Quantum Enigma”.
Nel corso del concerto, i fan posti nella prima fila omaggiano la band con disegni, cartoncini con frasi di affetto e una bandiera italiana col simbolo della band al centro e decorata con frasi e firme, segno che gli Epica hanno veramente lasciato il segno nel cuore del pubblico italiano, e continueranno a farlo.
Siamo quasi al termine, e arriva un brano che, personalmente, mi ha lasciato spiazzato e non pensavo eseguissero, visto che nelle scorse date non era stato proposto: si tratta di “Cry For The Moon”, nella quale Simone lascia molto spazio all’incessante coro di tutto il Live Club.
Dopo una piccola pausa è il momento dei tre brani di chiusura: la “sempreverde” “Sancta Terra”, la scatenante “Beyond The Matrix”, che fa saltare tutti durante il ritornello, e l’immancabile “Consign To Oblivion”, accompagnata da un Wall Of Death devastante.
Si conclude così un’altra splendida serata, e ovviamente non vediamo l’ora che arrivi la prossima.
Un ringraziamento particolare va ovviamente al Live Club di Trezzo e a Shining Production per l’organizzazione.

Setlist:

  1. Ediola
  2. Edge Of The Blade
  3. A Phantasmic Parade
  4. Sensorium
  5. Divide And Conquer
  6. Storm The Sorrow
  7. The Essence Of Silence
  8. The Obsessive Devotion
  9. Ascension – Dream State Armageddon
  10. Dancing In A Hurricane
  11. Unchain Utopia
  12. Cry For The Moon
  13. Sancta Terra
  14. Beyond The Matrix
  15. Consign To Oblivion

EPICA lineup:

  • Simone Simons – Lead Vocals
  • Mark Jansen – Rhythm Guitar/Lead Growled Vocals
  • Coen Janssen – Keyboards
  • Ariën Van Weesenbek – Drums
  • Isaac Delahaye – Lead Guitar/Backing Clean Vocals
  • Rob Van Der Loo – Bass Guitar
{{title}} {{title}}

foto: Stefano Forensi