SATAN TAKES A HOLIDAY: La Generazione Unicorno

SATAN TAKES A HOLIDAY: INTERVISTA ESCLUSIVA (English version below) •

Audaci, avanguardisti, coraggiosi. E’ così che si presentano i Satan Takes a Holiday nella loro performance che li ha visti opening act dei Backyard Babies a Trezzo sull’Adda, in una serata memorabile, all’insegna del rock (qui il report). Sono un trio che propone un sound molto particolare, prevalentemente garage rock. Si sono formati nel 2006 a Stoccolma. Hanno recentemente pubblicato il loro quinto album in studio, dal titolo “A New Sensation”, uscito per la Despotz Records. Metalforce li ha raggiunti direttamente sul tour van in un’intervista poco prima dello show. Danne, Fred e Johannes hanno svelato i retroscena riguardanti la realizzazione di questo nuovo progetto.

Come ci raccontate del tour in queste date insieme ai Backyard Babies? Come avete trovato la reazione del pubblico?
FRED
– Sono molto orgoglioso di questo traguardo. Seguendo i Backyard Babies per alcune tappe di questo tour in giro per l’Europa, abbiamo avuto l’opportunità di esibirci davanti a tantissime persone. Musicalmente parlando, per noi è stata una vera e propria crescita artistica. E’ stato un grande onore aver condiviso il palco con loro. Alla fine, ogni band spalla ha contribuito alla riuscita generale degli spettacoli. E’ stata una buona palestra e la folla sembrava divertita.

Avete recentemente pubblicato un album, dal titolo ‘’A New Sensation’’. E’ molto diverso rispetto al vostro precedente, ‘’Aliens’’. Ci potete spiegare che cosa vi ha spinto ad adottare questa scelta?
FRED
 – Siamo una band e quindi anche molto uniti nell’elaborare i testi. Ognuno di noi mette del suo in ogni brano: lavoriamo tutti insieme per comporre, secondo l’esperienza di ognuno. Questa volta, più che in passato, abbiamo collaborato con compositori provenienti da altre nazioni, come il nostro amico dei Royal Blood. Ritengo che sia un lavoro più aperto verso il nuovo.

Che cosa intendi dire, con la definizione di ‘’più aperto’’?
FRED
– Ci sono persone che sono iperprotettive verso quello che creano: non fanno subentrare altri nei loro processi compositivi. Se, invece, permetti alle persone di prenderne parte, puoi comporre canzoni in modo migliore, perché più ricche di contenuti. Il nostro produttore, Stefan Brändström, era d’accordo su questo. E’ un’ottima persona con la quale lavorare. Abbiamo realizzato l’album con lacrime, sudore e sangue. Abbiamo deciso di ampliare la nostra concezione di fare musica. 

C’è stato un cambio di line up nella vostra band, in merito al batterista. Come ha influito il processo di cambiamento della vostra musica?
FRED
 – Adesso abbiamo un altro batterista e questo ha cambiato in parte la nostra musica ultimamente.

Avete da sempre adottato l’essenziale per la vostra band, facendo canzoni per basso, chitarra e batteria. Perché prediligete questo tipo di assetto minimalista?
FRED 
– Siamo solo tre, perché la struttura ricalca quello che rappresenta la nostra musica. Essere un trio, con gli strumenti di base, ci ha permesso di lavorare molto di più sulla parte live. Un po’ come le punk rock band di una volta… Johannes Lindsjöö – Sì, in un certo senso, perché quando ci esibiamo live proseguiamo lo show d’un fiato. Fare una versione in studio di un album significa potervi inserire qualcosa in più, visto che non ci sono ruoli particolari da dover tenere.

E la canzone del vostro videoclip, che dà il titolo all’album, ‘’A New Sensation’’, che filo logico ha? Qual è il messaggio che volete dare ai vostri fan?
FRED
 – Le canzoni non si basano su un unico tema, ma variano tra loro, perché non contengono lo stesso messaggio. Questa volta, ci siamo basati sul concetto di cambiamento: quando realizzi che il tuo sistema di vita non funziona più, dovresti cercare di trovare una via d’uscita. Intendo rappresentare, con questa canzone, la sensazione di sollievo che si prova dopo il cambiamento.

C’è una canzone in particolare nella quale vi rispecchiate maggiormente?
FRED – Per me è ”A New Sensation”.
JOHANNES – Per me Unicorn, il secondo singolo dell’album. 

L’unicorno è una figura usata in letteratura e in mitologia. Che cosa simboleggia in questo contesto?
FRED – Unicorn è un brano che prende ispirazione da un concetto che ho elaborato attingendo dalla nostra vita, dalla nostra società. Devi lavorare se vuoi arrivare da qualche parte, crescendo. E’ una metafora quindi che abbiamo usato per spiegare che i giovani oggi sono pigri, privi di idee e di creatività. Siamo in una ‘’generazione unicorno’’.

Farete uscire un altro videoclip, oltre alle canzoni ‘’A New Sensation’’ e ‘’Unicorn’’?
FRED – Ancora non abbiamo deciso. Sicuramente ce ne sarà uno, ma è ancora presto per parlarne. Abbiamo svolto molto lavoro fino ad ora, soprattutto con questi due videoclip. 

Quali sono state le difficoltà che avete incontrato, in Svezia e in Europa suonando il vostro genere?
FRED – Vuol dire non scalare le classifiche, grazie anche alla ’’Generazione Unicorno’’! Fuori, ci sono un sacco di band veramente brave, ma che fanno fatica ad emergere. 

Quali sono gli artisti a cui vi siete ispirati per comporre ‘’A New Sensation’’?
JOHANNES –
Per comporre i riffs, in assoluto i Devo.
DANNE – Ultimamente, sto ascoltando diverse cose. Mi piacciono moltissimo i Queens of the Stone Age, ma credo sia giusto citare anche qualche punk rock band del passato, come i Dead Kennedys. 

State continuando a programmare altre date in giro per l’Europa. Ci potete dare qualche anticipazione?
FRED – Ancora non sappiamo esattamente quante altre ce ne saranno, ma la nostra agenzia ci sta lavorando. 

Potresti lasciare un messaggio per i fan italiani?
SATAN TAKES A HOLIDAY
– Venite agli show, ascoltate il nostro album e noi torneremo!


 


ENGLISH VERSION •

SATAN TAKES A HOLIDAY AND THE ”GENERATION UNICORN”

Daring, avant-garde, brave. This is how Satan Takes A Holiday appeared to the crowd in their performance which saw them opening act of Backyard Babies in Trezzo sull’Adda, in a magic evening, playing in the name of rock. They’re a trio which offers a very special sound, mostly inspired by garage rock. They were formed in Stockholm, 2006, and recently they released their fifth studio album, entitled ‘’ A New Sensation ’’, released by Despotz Records. Metalforce joined them directly on the tour van making them an interview just before the show. Danne, Fred and Johannes revealed details about. the making of this new project.

How did you find the crowd in these shows you made with Backyard Babies?
FRED – I’m really proud for reaching this goal. Following Backyard Babies on tour for some shows all around Europe, we had the opportunity to perform in front of so many people. Musically, it was a real artistic growth for us. It was truly a great honor to share the stage with such an important band. At the end, each one of the band that took part brought something and gave something important for the success of the shows. It was a good experience and the crowd seemed really amused.

You recently released an album, entitled ‘’ A New Sensation ’’. It’s very different from your previous one, ‘’ Aliens ‘’. Can you explain why did you make this choice?
FRED – We are a band and we developing the lyrics together. Each of us puts his own in every song: we all work together, according to the experience of each one. More than in the past, this time we worked with composers from other countries, like our friend from the Royal Blood. I think it’s an open-minded job.

What do you mean exactly with ‘’open-minded’’?
FRED – There are people who are overprotective towards what they create: they don’t take over others in their compositional processes. On the other hand, if you allow people to take part of them, you can compose songs in a better way, because they are more reacher in content. Our producer, Stefan Brändström, agreed on this. He is a great person to work with. We made the album with tears, sweat and blood. We decided to expand our concept of making music.

There was a change of line up in your band concerning the drummer. How did this change influenced your music?
FRED – Now we’ve another drummer and this has changed almost our music lately. 

You choose always the essentials for your band: bass, guitar and drums. Why do you prefer this kind of minimalist asset?
FRED – We are only three, because this asset represents our music. Being a basic trio allows to work much more on the live part. It looks like what punk rock bands did in the past …
Johannes Lindsjöö – Yes, because every time we perform live we continue the show in one way. Making a studio version means being able to add something more, because there are no particular roles to keep.

What’s the meaning of ‘’ A New Sensation ’’, the song which gives the title to your new album? What is the message you could give to your fans?
FRED – The songs are focused on different arguments and they contain different messages. This time, we are based on the concept of change: when you realize that your life is not working any longer, you should try to find another way out. I describe the feelings after this change.

Is there a song from your album in which you reflect more than the others?
FRED – For me it’s A New Sensation.
JOHANNES – For me it’s Unicorn, the second exract for the album. 

The Unicorn is a figure used in literature and mythology. What does it means in this album?
FRED – Unicorn is a song which takes inspiration from our lives and our modern society. You have to work if you want to get somewhere, growing up. It is therefore a metaphor that we used to explain that young people today are lazy, lacking in ideas and creativity. We’re living in the “unicorn generation era’’. 

Will you release another videoclip, in addition to the songs ‘’ A New Sensation ’’ and ‘’ Unicorn ’’?
FRED – We haven’t decided yet. Surely there will be one, but it is still too early to talk about it. We have done a lot of work so far, especially with these two videos. 

What were the difficulties you met in Sweden and in Europe playing your kind of music?
FRED – It means that you will not reach the charts, thanks also to the “Unicorn Generation”! There are a lot of really good bands outside, but they struggle to emerge.

Which are the artists that inspired your band to compose ‘’ A New Sensation ’’?
JOHANNES – Absolutely Devo, to compose the riffs.
DANNE – Lately, I’ve been listening to several things. I really like Queens Of The Stone Age, but I think it’s also fair to mention punk rock bands from the past, like Dead Kennedys.

You are continuing to plan more dates around Europe. Could you give us some other news?
FRED – We still don’t know exactly how many more there will be, but our agency is still working hard on it. 

Could you leave a message for Italian fans?
SATAN TAKES A HOLIDAY– Come to the shows, listen to our albums and we’ll be back!