CONFESS: Un nuovo inizio con Malleus

INTERVISTA ESCLUSIVA AI CONFESS

I Confess scelgono l’Harry B James di Stoccolma per presentare il loro nuovo singolo, ”Malleus”, precursore di un prossimo album che uscirà nel corso del 2019. Dopo l’ep ”The Gin Act” e il début album ”Jail”, la band prosegue il proprio percorso artistico in salita, con un secondo full lenght, ”Haunters”, pubblicato via SG – Records. Con scenari più cupi, adesso hanno aperto un nuovo capitolo con ”Malleus”, brano che trae ispirazione dal più famoso trattato sulla stregoneria, il ”Malleus Maleficarum” (1486-1487).

Stasera all’Harry B James presenterete ”Malleus”, che farà parte di un vostro prossimo lavoro in studio. Avete già deciso la data in cui uscirà?
JOHN ELLIOT –  Ancora no, non abbiamo deciso la data in cui pubblicheremo il nostro prossimo album, ma sicuramente sarà nel corso del prossimo anno. Abbiamo eseguito le parti del sound, ma non abbiamo ancora terminato i testi.

Malleus  è una canzone dal sound più cupo rispetto ai brani di  ‘’Jail’’ e ‘’Haunters’’.  Quali sono state le sostanziali differenze nella stesura d’insieme?
JOHN ELLIOT – Il nuovo album sarà un diverso capitolo per la band. Adesso abbiamo un nuovo chitarrista, Pontus. Vogliamo presentare un sound immediato, che subito sia riconoscibile.

Quanto il vostro nuovo chitarrista Pontus ha influenzato il vostro nuovo sound?
JOHN ELLIOT – L’arrivo di Pontus, nuovo membro della band, ha portato all’interno il suo bagaglio di esperienze precedenti, mettendoci una vena di novità.

Com’è iniziata la vostra collaborazione?
JOHN ELLIOT – Pontus aveva un’altra band con il nostro attuale bassista, Ludwig, un paio di anni fa. Ecco come ci siamo conosciuti. Gli abbiamo proposto di entrare nei Confess.
PONTUS – Sono molto lieto adesso di far parte di questa band.

Anche il songwriting è cambiato nelle vostre canzoni, in quanto negli altri album attingevate da vita quotidiana e immaginazione.  Perché avete deciso di scrivere una canzone sulle streghe?
JOHN ELLIOT  – Abbiamo deciso di cambiare le tematiche delle liriche, in quanto questa nuova canzone parla di una figura, la strega, fortemente presente nella cultura nordica.
BLOMMAN – Il videoclip che abbiamo realizzato infatti è cupo, in quanto abbiamo introdotto scenari più darkeggianti e la pioggia, per rappresentare con immagini e parole ciò che volevamo comunicare con la musica.

I Confess è da molto che fanno live in giro per l’Europa. Quali sono le difficoltà che avete incontrato nel mondo della music industry?
JOHN ELLIOT – Non parlerei di industria discografica, non in questi termini. Facciamo le canzoni perché ci piace suonare, vediamo che la gente risponde in modo positivo nei nostri show.

C’è una canzone che si discosta dagli argomenti delle altre. Si intitola Take Aim. Potreste spiegare il significato del testo?
JOHN ELLIOT – Infatti è un brano che abbiamo incluso nella scaletta di stasera.
SAMUEL SAMAEL – Non si basa per intero su un fatto reale, ma è composto da un insieme di cose e sensazioni della nostra società moderna, come per esempio quando la gente, in nome della propria fede non riesce a capire cosa è giusto e cosa è sbagliato.

Come avviene il processo di songwriting?
JOHN ELLIOT – Prima, di solito, di un brano costruiamo la parte melodica, relativa ai riffs e agli accordi. Solo successivamente pensiamo alla parte scritta, che in genere, sorge quasi in maniera spontanea. Ognuno di noi mette del suo nelle canzoni, le scriviamo tutti insieme inserendo le nostre influenze.

Hai un messaggio per i fan italiani?
JOHN ELLIOT – I fan italiani e tedeschi sono i più numerosi! Non vediamo l’ora di tornare!


(english version)

EXCLUSIVE INTERVIEW WITH CONFESS

Confess: A new beginning with Malleus

Confess band choose Harry B James as venue to present ‘’Malleus’’, the brand new single before the new album, which will be released during next year. After a first ep titled ‘’The Gin Act’’, Confess released their début album, ‘’Jail’’ and a second full lenght ‘’Haunters’’ with the label SG-Records. Malleus is different from the past, because it presents some dark scenarios and  lyrics are focused on the most famous and important treatise on witchcraft, ”Malleus Maleficarum” (1486-1487).

Tonight at Harry B James Confess will present the brand new song ‘’Malleus’’, which will take part of a new album, that you will release in 2019. Have you still decided the release date?
JOHN ELLIOT – We haven’t decided the date of our new album release, but it will be during next year. We’ve just finished the sound, but we haven’t written the lyrics yet.

Malleus is different from the other songs, concerning sound and lyrics. It’s more darker than the songs you put into ‘’Jail’’ and ‘’Haunters’’. Could you explain the main differences into the songwriting?
JOHN ELLIOT – Our new album will have more different influences and it will be a new chapter for us. Pontus joined the band as new guitarist. This time we should present a more catchy sound, that a listener can immediately recognize.

How Pontus, your new guitarist, has influenced your sound?
JOHN ELLIOT – Pontus, our new guitarist, has influenced our sound because he brought into our band his influences and experiences in music, introducing something new.

How has your collaboration begun?
JOHN ELLIOT – Pontus was a member of another band before with Ludiwg, a couple of years ago. That’s how we met. We proposed to take part of Confess and he accepted.
PONTUS – I’m really proud for being part of this band now.

Your songwriting has also changed, because in your previous album you take your inspiration from imagination and real life. Why did you decide to talk about witches?
JOHN ELLIOT – We also decided to change the lyric themes, as we did with this new song, in which we spoke for the first time about witchcraft, a subject very important for our histoty.
BLOMMAN – The videoclip we realized is really more darker than the others, we included the rain and a dark scenario, introducing with images and words what we meant with our music.

It has been a longtime that Confess made show all around Europe. What were the difficulties you met into the music industry?
JOHN ELLIOT – It’s not our case, we cannot speak about ‘’music industry’’. Not in that terms. We compose songs to play music, because we love it. We have a good response from our fans and crowd in our shows.

 There’s a really interesting song you put into your previous album, ”Take Aim”. Could you explain the lyrics?
JOHN ELLIOT – It’s a song we included in our setlist we’ll  play tonight.
SAMUEL SAMAEL – This song it’s not entirely focused on an event taken from real life, but it has composed by a set of feelings and emotions also taken from our modern society, such as when people cannot clearly understand wha’s wrong or right, in the name of their faith.

Your songs are really different each other. Could you explain your songwriting process?
JOHN ELLIOT – We compose the sound for first, with riffs and chords. Then, when we write the lyrics. Every member of this band put his influences into the songs.

Could you leave a  message to your fans?
JOHN ELLIOT
Italian and german fans are the best! We can’t wait to come back.