BLACK STAR RIDERS – lo stato di grazia del rock

foto: Robert John

 

BLACK STAR RIDERS: INTERVISTA ESCLUSIVA A RICKY WARWICK • (English version below)

Il carismatico cantante dei Black Star Riders ci ha concesso un po’ di tempo per parlare del nuovo progetto della band e noi non abbiamo perso questa opportunità. Leggete anche voi nelle righe a seguire cosa ci ha confessato Ricky Warwick.

Buonasera da Milano! Benvenuto su Metalforce! Come stai, Ricky?
RICKY – Sto benone, grazie! 

Allora cominciamo a parlare del vostro nuovo album, “Another State Of Grace”. I miei complimenti per le nuove canzoni!
RICKY – Grazie mille!

Questo è il vostro quarto album in sei anni. Vi siete resi conto che siete già al quarto disco?
RICKY – 
Certo, sì, sono molto contento di questo, sono molto fiero di tutti i dischi che abbiamo fatto fin adesso, ma per il nuovo album sono molto soddisfatto, non vedo l’ora che venga pubblicato!

Tutti sappiamo che avete aggiunto due nuovi membri nella vostra lineup, due musicisti molto esperti. In che modo hanno contribuito al nuovo materiale?
RICKY – Christian Martucci ha contribuito alla scrittura di una gran parte delle canzoni, è un eccellente compositore ed un chitarrista, siamo felici che adesso sta nei BSR. Chad Cheliga è un fantastico batterista e ha suonato tutte le parti delle batterie nello studio. Entrambi hanno portato dell’energia, positività e nuova aria nella band e siamo molto fieri di averli nella squadra.

Che differenze hai notato in relazione al disco precedente?
RICKY – Sicuramente i nuovi membri della band hanno portato il loro modo di pianificare, pensare e sentire la musica. Abbiamo collaborato con un produttore diverso, cioè Jay Ruston, abbiamo registrato a Los Angeles. Tutto questo ha portato una maggior positività, molta più energia e dinamica nella nostra musica. Abbiamo sperimentato tanto con le parti della chitarra e abbiamo anche aggiunto molte parti di tastiere che in passato. Quindi penso che ci siano stati un po’ di cambiamenti.

Per quale motivo avete utilizzato tanto le tastiere in questo album?
RICKY – Stavamo lavorando sulle canzoni e abbiamo voluto fare qualcosa di diverso. Conosciamo Phil Mandel, un tastierista fantastico e lui ha suonato delle parti di tastiere per alcuni brani . Credo che questo abbia dato uno stile diverso alla nostra musica e l’ha resa anche più dinamica. In questo modo la nostra musica rimane interessante per noi, speriamo anche per la gente che ascolterà l’album a breve.

Lo stile della vostra musica è sempre tipico rock n’ roll, ma in questo caso avete usato riff heavy di chitarra, avete aggiunto molti elementi melodici ed acustici, ma tutto in modalità groove. Perché avete scelto questa strada? E comunque avete fatto un ottimo lavoro!
RICKY – Grazie! Noi vogliamo far ballare la gente, renderla felice, tutto deve avere lo stile groove, ma abbiamo aggiunto tanti elementi melodici, insistito sulla autenticità e la potenza della nostra musica. Tutti noi siamo dello stesso parere e abbiamo cercato di creare una collezione di vari tipi di canzoni e di vari elementi per il nuovo disco dei BSR.

Avete creato delle canzoni che sono memorabili dal primo momento, l’ascoltatore si ricorda subito i testi, le melodie…
RICKY – Questo è il nostro obiettivo, fare delle canzoni che la gente si ricorda e può cantare subito, questo è il nostro scopo!

In alcune canzoni come “Underneath The Afterglow” si potrebbe pensare che ci sia una tendenza di allontanamento dall’influenza dei Thin Lizzy!
RICKY – Noi avremo sempre un po’ di Thin Lizzy nella nostra musica, siccome Scott Gorham fa parte della band e suona la chitarra, non vogliamo perdere o cambiare questa cosa. Credo che dopo quattro album comincia ad essere più evidente il suono più tipico dei BSR.

Avete aggiunto qualche dettaglio, come per esempio, delle parti di folk sound alla title track!
RICKY – Ci piace sperimentare nelle nostra canzoni e questa è l’idea principale in fare musica. Noi cerchiamo sempre di aggiungere nuove tecniche e nuove idee e questo abbiamo fatto anche per questo nuovo album. Sembra che abbia funzionato bene per noi.

“What Will It Take” con la partecipazione di Pearl Aday è una canzone diversa dal resto del disco, può essere considerata una canzone sperimentale?
RICKY – Si, è una canzone un po’ diversa, era un brano che piaceva a tutti noi, quindi abbiamo deciso di registrarlo. Credo che abbia dato uno stile più country all’album, noi abbiamo deciso di includere questo brano nel disco per avere qualcosa che abbia uno stile un po’ diverso.

Ci sono dei brani rimasti fuori dalla tracklist definitiva del disco che avresti voluto includere in esso?
RICKY – Certo, ci sono rimasti sei o sette brani fuori dal disco, ma abbiamo scelto quello che sembravano i migliori per l’album. Le canzoni escluse potranno far parte del prossimo disco oppure no, questo non lo sappiamo ancora, ma è sempre una cosa positiva avere a disposizione più canzoni dalle quali scegliere quelle definitive.

La vostra musica è piena di energia positiva, ma avete trattato argomenti molto seri nei vostri testi come la politica e le sparatorie nelle scuole?
RICKY – Assolutamente, si! Mi piace scrivere sui miei sentimenti, i miei pensieri, mi piace riferirmi a quello che succede a me, alla mia famiglia, al mondo, ai miei amici. Io scrivo direttamente dal cuore, mi piace raccontare delle storie e che la gente cerchi di capire di che cosa parlano le mie liriche. Non voglio scrivere delle parole vuote, del tipo “andiamo a festeggiare, andiamo a ubriacarci”. Sono stato influenzato da grandi narratori di storie e vorrei fare lo stesso con i miei testi.

Quale potrebbe essere la tua canzone preferita del disco?
RICKY – Non è facile distinguere una delle canzoni, mi piacciono tutte, sono tutte individuali, sono molto contento del risultato finale dell’album.

Avete deciso quali delle nuove canzoni saranno incluse nella setlist dei futuri concerti?
RICKY – Stiamo ancora decidendo quali dei brani scegliere per i concerti. Abbiamo già fatto quattro album, quindi dobbiamo scegliere una parte di queste canzoni. Credo che tutte le nuove tracce potrebbero essere belle dal vivo, ma penso che ne sceglieremo forse quattro. Ancora non so quali però, vedremo.

Quali sono i piani per il vostro tour europeo?
RICKY – Saremo in Europa il prossimo autunno, siamo in attesa di aggiungere delle date italiane, ma sono già in vendita i biglietti per Germania, Regno Unito, Austria. Stiamo aggiungendo delle date di continuo, faremo un lungo tour l’anno prossimo per questo album.

Cosa ti è rimasto in testa dal periodo di preparazione del disco?
RICKY – Abbiamo registrato l’album in questo bellissimo studio a Los Angeles, a Motown, dove sono state create tante canzoni storiche. Ci siamo divertiti tanto, abbiamo mangiato tanto cibo messicano. La preparazione delle demo e tutto il resto sono state delle grandi esperienze per noi, ci siamo davvero divertiti nel fare questo disco.

Tutto questo grande risultato è dovuto anche all’esperienza dei nuovi musicisti che sono entrati subito nel clima del gruppo!
RICKY – Certo, Chad e Christian sono molto esperti e con grandi personalità e siamo molto fortunati di averli nella nostra squadra.

Ti ringrazio tanto del tuo tempo! Siamo in attesa dell’aggiunta delle date italiane del vostro tour, siamo certi che i nuovi brani saranno fortissimi dal vivo. Buona fortuna col nuovo album e buona serata!
RICKY – Ti ringrazio tanto, è stato un piacere parlare con te, sicuramente le date in Italia ci saranno ed anche noi non vediamo l’ora di suonare i nuovi brani dal vivo. Buona serata!



(English version)

Good evening from Italy! Welcome to Metalforce! How are you, Ricky?
RICKY – I am good, really good, thank you. 

Let’s start talking about your new album “Another State Of Grace”! My compliments for your new material!
RICKY – Thank you very much!.

This is your fourth album in six years. Did you realize that you have made four albums already?
RICKY
 – I am extremely happy about it, I am very happy we have already done four albums, but i feel very strongly about this one, I can’t wait for the record to be released.

We all know you have changed two members of your lineup, but you have added two experienced musicians in the band. Did they have the the occasion to contribute to the songwriting for the new record?
RICKY – Absolutely. Christian Martucci has co written many songs of the album, he is an excellent songwriter, a great guitar player, we are very happy he is a part of BSR. Chad Cheliga is an amazing drummer has played the drum parts in the studio. The energy, positivity and new vibe that they gave to the band makes us proud to have them in BSR.

What differences do you find between this new record and the previous one?
RICKY – We have talked about the new members that bring their way of planning,thinking, of feeling the songs, so that ha made a big difference.We have worked with a different producer Jay Ruston, we have recorded the album in Los Angeles. This is a more positive, full of energy, a dynamic record. We have experimented on guitar sounds a lot, we have used more keyboard parts than before, so yes, I think there are a few changes.

What was the reason of using more keyboard parts this time?
RICKY – We wanted to do something different than before, we know Fred Mandel, he is an amazing keyboard player. He was free, so he played some keyboard parts for the new songs. I think this gave a different style, more dynamic to our music. It keeps our music interesting for us, hopefully for the people that will listen to our album too.

You have kept a rock n’ roll sound, but this time you have based your music on heavy riffs, you have combined melodic and acoustic elements, but also some groovy sound. So how did you combine all these elements? You did a great job!
RICKY – Thank you! We want to make people dance, be happy, so everything needs to groove, but also melodic, authentic and powerful. We all have the same belief in the band, so we tried to collect a variety of songs, to add a variety of elements in the new album of BSR.

You have created memorable songs, the listener remembers the hook, the melody from the first minute, and you have made this in a very efficient way!
RICKY – We want to make music that people remember, that they can sing, that’s what we want to do!

You have songs like “Underneath The Afterglow” that could show an effort of the band to escape from the influence of the Thin Lizzy sound.
RICKY – We will always have a part of Thin lizzy in our music, since Scott Gorham plays the guitar in the band, we don’t want to lose that or change that. But after four records, I think you start to recognize the sound of BSR.

You have added some particular elements, like folk parts in the title track.
RICKY – We always love to experiment and this is the idea of making music. We always try new techniques and new ideas and this is something we also tried for this new record. And it seemed to have worked for us.

“What Will It Take” that features Pearl Aday is a song that sounds different from the others, is this an experimental song too.
RICKY – It’s a different song, it’s a song that all guys liked and we decided to record it, it gives a country feeling to the album. So we have recorded that one too, in order to have something different in the album.

Were you forced to leave any songs out of the final tracklist that you would love to have seen included in the album?
RICKY – We had six or seven songs that didn’t make it to the album, we all felt we should have chosen the best ones for it. These songs could end up in the next album or not, we still don’t know that, but it’s always good to have many songs to choose from for an album.

You make good vibe songs, but there are a lot of serious subjects that are mentioned in your lyrics, like politics and school shooting?
RICKY – Absolutely, yes! I like writing about what i think, what I feel, about what’s happening to me, to the world, to my family, to my friends, I write from the heart. I like telling a story, I like people get inside and see what I am talking about, I just don’t write empty words to the sake “Let’s go party, let’s go have get drunk”. I was influenced by great storytellers and I want to do that with my lyrics too.

Which one is your favorite song among the new ones”?
RICKY – It’s hard for me to choose, I really can’t pick one of them, every song on this record is individual, and i am very proud of this new record. I am very satisfied with the final result.

What are your plans for the live shows? Have you decided on which new songs you are going to play?
RICKY – We are still deciding on which songs we are going to play live, we already have four albums, so we will have to choose from all of them. I don’t know yet, I think all of the new songs would sound good in a live show, but we might pick four of them, we will have to see.

Do you have plans for a European tour?
RICKY – Yes, we are touring in Europe this October, we are still waiting for some Italian dates, we have already tickets on sale for Germany, UK, Austria, we are adding dates all the time, we are going to tour hard for this album next year.

Do you still remember any moments from the recording process of the album that you would like to share with us?
RICKY – We recorded the album in this beautiful studio in LA, we have recorded in a studio where many important songs were written, we had a fantastic time recording the album, eating mexican food. We had a great time in preparing the demos, it was a great experience, i had so much fun making this record i enjoyed it a lot.

All this great result is also a result of the addition of the two new musicians, that have already big experience in the field, and they also fit right away in the group!
RENé – Yes, Chad and Christian are people with big personalities.

I would like to thank you for your time, we are waiting for the Italian dates of the tour, we would love to listen to the new songs live, good luck with the album release! Have a nice evening!
RICKY – Thank you so much, it was a pleasure talking to you, the italian dates will be added reallysoon, we also can’t wait to play the new songs live! Have a nice evening!