Audrey Horne: “il nostro è un Muppet Show in versione heavy!”

audrey-horne-54c732e7321e2(2)

AUDREY HORNE: INTERVISTA ESCLUSIVA A TOSCHIE •

Metalrock ha intervistato il cantante dei norvegesi Audrey Horne, Toschie, in occasione della loro data in Italia al Lo-Fi di Milano (qui il report). Gli Audrey Horne provengono da Bergen e si sono formati nel tardo 2002.  Sono Toschie (voice), Ice Dale (guitar), Thomas Tofthagen (guitar), Espen Lien (bass) and Kjetil Greve (drums). Nel 2014 hanno pubblicato il loro full lenght dal titolo “Pure Heavy”, via Napalm Records. Ha parlato della loro carriera, delle loro ultime uscite discografiche ed altro ancora. (English version below)

Come avete trovato il feedback dell’audience durante il vostro tour? Che cosa vi aspettate dal pubblico qui in Italia?
Non ho idea a proposito degli italiani, perché non ci veniamo a suonare dal 2008. Speriamo che sia positivo, ma ad essere onesto, non ho veramente idea di cosa ci attenderà stasera. Durante questo tour, devo dire che il feeedback è stato veramente positivo, molto positivo. Abbiamo suonato in un sacco di posti come questo, dove non eravamo mai stati prima o che già conoscevamo. Le persone che sono venute ai nostri show erano sempre interessate alla nostra musica e questo ci diverte, sia che suoniamo davanti a 60 o 400 persone.

Ci potete dare qualche dettaglio in più sul vostro ultimo album, “Pure Heavy”?
Il precedente era “Youngblood”, poi abbiamo composto dell’altro. Appena lo finimmo, continuammo a scrivere ancora musica, per un altro album. Ci sono diversi produttori, ed è stato scritto e registrato nello stesso posto, nello stesso studio del nostro lavoro precedente. “Pure Heavy” ha due ragazzi come produttori, uno dei quali ha missato “Youngblood” e l’altro era un tecnico dell’album (Jörgen “Sir Duperman” Traeen e Iver “The Sun King” Sandöy – n.d.r.), così, abbiamo utilizzato più o meno le stesse persone, lo stesso studio, la stessa città.

In che modo Jörgen e Iver hanno influenzato il suono? Perché avete fatto questa scelta?
In realtà non hanno influenzato moltissimo il suono, loro volevano più set-up, per incoraggiarci a fare del nostro meglio. Sono stati bravissimi in cose tipo, sai, su un altro tipo di orientamento, un altro suono, o su come suoni un accordo di chitarra o un assolo in un certo modo piuttosto che in un’altra chiave, in maniera più live possibile, con microfono e amplificatori.

Nel vostro ultimo album “Pure Heavy”, possiamo ascoltare diversi tipi di sonorità, dall’hard all’heavy, dai Thin Lizzy agli Iron Maiden. Come hanno influenzato la vostra musica?
Siamo stati influenzati da molte cose, ma la principale è semplicemente la musica con la quale siamo cresciuti, da band come Kiss, Thin Lizzy, Whitesnake, Van Halen… tutti loro. Credo che un’altra buona parte della nostra musica provenga da ciò che ascoltiamo oggi, anche se credo che band come i Thin Lizzy abbiano dato un impatto importante all’hard rock.

Come pensi sia cambiato il vostro sound durante questi anni?
Il nostro album “Pure Heavy”, è diverso rispetto al precedente “Youngblood”, perché non siamo cresciuti solo come band, ma anche come persone. Per tutto il periodo che abbiamo suonato insieme, più di 13 anni, altre cose sono diventate importanti. E adesso, per noi, è più importante, dopo tre album e qualche anno che suoniamo, aver capito che vogliamo suonare per amore della musica, la gioia di suonare, tutto è diventato una cosa molto più che seria.

Che cosa ci puoi dire del vostro ultimo video che avete postato su Youtube, realizzato stile Muppet?
E’ il video della nostra canzone “Holy Roller”, che noi abbiamo realizzato come se fosse proprio un muppet show, poiché da molti anni molte persone lo guardano. L’idea è venuta proprio da una loro intro, poi abbiamo trovato un’azienda che potesse fabbricare dei “muppet” che ci assomigliassero e da lì abbiamo iniziato a parlare di come avremmo realizzato il nostro show…

Qual è la tua opinione su ‘il rock è morto’,  il commento che Gene Simmons disse alla stampa circa un anno fa?
Le persone lo hanno sempre detto, prima e adesso. Ogni volta che c’è un cambiamento, c’è sempre a chi non piace. Sai, quando è arrivato il grunge, molte di queste band che avrebbero voluto essere tecnicamente estremamente brave, ognuna di loro iniziò a vendere album anche se realmente non erano bravi musicisti, così molti iniziarono a dire il rock è morto. Con internet, gli album non sono stati più venduti molto, le persone effettuano il download. Quando Gene Simmons dei Kiss disse questa frase in un’intervista, ‘rock is dead’, hai visto che cosa sta succedendo adesso nel mondo del rock odierno. Ci sono così tante band che andare in tour adesso è diventato difficile, perché suoniamo sette giorni a settimana e la concorrenza è tanta. Stiamo vivendo un periodo in cui puoi registrare un album nel tuo salotto… non hai bisogno realmente di un’etichetta, di un produttore: hai un’attrezzatura basata su internet per promuovere i tuoi lavori, in un contesto in cui collezionare date è diventato molto più importante. E’ più facile per una band collezionare un album, negli anni ’80 non era così semplice e facevi un album quando organizzavi un tour per promuoverlo. Oggi, fai un album per promuovere il tour. Non credo che Gene Simmons avesse prestato attenzione a ciò, è troppo impegnato ad intascare i suoi soldi.

Che cosa è cambiato in Norvegia nel mercato musicale durante questi anni?
Il mercato musicale è cambiato un po’ dappertutto. Il cambiamento importante per la Norvegia è stato che prima era un paese dove le persone pensavano che la musica fosse per i norvegesi e non si curavano di ciò che pensavano gli stranieri.
Non credo che l’industria norvegese lo credesse… abbiamo visto che il black metal è diventato importante, ci sono moltissime band fiduciose in ciò che potrebbero fare al di fuori dei confini nazionali. Adesso stanno girando ovunque e la musica norvegese ha un impatto nel mondo.

State progettando un nuovo lavoro?
Sì, stiamo iniziando a scrivere molto materiale per il nuovo album, stiamo registrando fino al prossimo anno e ci prenderemo ancora altro tempo per realizzarlo, come abbiamo fatto per “Pure Heavy”, in cui le registrazioni sono durate due anni e abbiamo scritto musica molto velocemente. Scriveremo tutto insieme come band, com’è avvenuto per gli ultimi due album, ma probabilmente registreremo con qualcun altro per cambiare. Non vogliamo fare le stesse cose ogni volta, non siamo sicuri dove e quando lo faremo, perché abbiamo ancora alcune date e solo dopo, un po’ di tempo per farlo. Registreremo quando saremo pronti e andremo a registrare da un’altra parte. Nessuno sa dove, vedremo.

_

______________________________________________________

(English version)
AUDREY HORNE: “HERE IS OUR HEAVY MUPPET SHOW!”

Metalrock made an interview with the Audrey Horne’s singer Toschie, just before their gig in Italy at Lo-Fi in Milan (review here). Audrey Horne band comes from Bergen (Norway) and it was formed in late 2002. They’re Toschie (voice), Ice Dale (giutar), Thomas Tofthagen (guitar), Espen Lien (bass) and Kjetil Greve (drums). In 2014 they released a full lenght titled Pure Heavy, via Napalm Records. They spoke about their career, their latest releases and much more.

How did you find the feedback with the crowd, in this tour? What will you expect from the audience here in Italy?
I’ve no idea, about the italian crowd, because we’ve never been here since 2008, so hopefully it would be good, but to be honest, I’ve no idea on what I would expect tonight. In this tour, the feedback it has been really, really good. We’ve been played in a lot of places like this, where we’ve never been before or we played other times than before. People who come to our shows are always interested a lot in our music, and we’ve fun, even if we play with 60 or 400 people.

Could you tell us more details about your album “Pure Heavy”?
The previous was “Youngblood”, then we composed a pretty much. As soon as we’ve finished it, we’ve just kept writing music for another album. There are more producers and it has written and recorded in the same place, in the same studio of our previous work. “Pure Heavy” has two guys who produced it, one of them mixed Youngblood and the other guy was an engineer of “Youngblood”, so, it has been pretty much the same guys, the same studio, the same city. (n.d.r. Jörgen Sir Duperman Traeen, Iver The Sun King Sandöy)

How they influenced your sound? Why did you make this choice?
They haven’t influenced our sound very much, but they wanted more set up, like just to make us do our best, like they’re really good to coming up with small stuff like, you know, if you’ve other verse, other sound, and as you play a new guitar solo thst it has been played on that verse and how it would be if you play it in another key, as live as possible, with microphone and amplifiers.

In your latest album, “Pure Heavy”, we can hear different sounds, such as hard rock and heavy, band as Thin Lizzy, Iron Maiden. How did they influenced your music?
I guess that we’ve influcenced by a lot of stuff, but the main influence is simply just the music that we grew up listen to from band like Kiss, Thin Lizzy, Whitesnake, Van Halen… all of that. I think that another big part of our influences comes from the music we’re listening today, but I think that band as Thin Lizzy had done an important impact in hard rock.

How do you think that your sound has changed, all over these years?
Our album, “Pure Heavy”, is more different from our previous “Youngblood”, because we grew up as a band, we’re getting older because you change also as a person. All over a period we’ve been together, more than 13 years, other things became important. And now, to us, after three albums and some years playing, basically, we realised that we wanted to do it based on joy of music, joy of playing, and everything became more than to be serious.

What could you tell us about your video you posted on Youtube in Muppet Show style?
It’s the video of our song “Holy Roller”, we made it as it would be a muppet show, because from many years many people used to see these kind of shows. We used the idea for our live intro, and then we’ve found a company that could make muppets looking like us, and then we started talking about how to make ours…

What’s your opinion on the ‘Rock Is Dead’ Gene Simmons’ comment he did to the press a year ago?
People always claim that, every now and then. It’s just every time there’s a change, there are always people who don’t like it. You know, when grunge came, all of these bands that would like really technically extremely good, all of them start selling albums and these bands were not really good musicians, some people started to say ‘rock is dead’. With internet, albums have not been selling much anymore, people are downloading music. When Kiss’s Gene Simmons said during an interview ‘rock is dead’, you see what’s happening into the world of rock now. There are so many bands and touring now it’s really hard because today we play seven days a week and the competition it’s very high. We’re living in a world where you can record an album in your living room… you don’t really need a record lable, you don’t need a producer: you have an equipment based on internet to promote your work, in a world when touring has become much more important. It’s more easier for a band to record an album, in the 80’s was not so easy to do it and you did an album when you made a tour to promote your album. Today, you make an album to promote the tour. I really think that Gene Simmons doesn’t really pay attention to it, he’s too busy to come his money.

How has it changed in Norway all over the years into music market?
The music market has changed pretty much everywhere else. The important change from Norway was that before it used to be a country where people thought that music was for norwegians, we didn’t care too much about people outside . I dont’ think that the norwegian music industry believe that… We see that black metal became so big, there are a lot of bands who become confindent in what they could do outside Norway. These days, they are touring everywhere, and norwegian music has an impact all over the world, basically.

Are you planning a new album?
Yes, we’ve started writing some material for it, we’re recording until next year, we’re goint to take some more time to do it, like we started with “Pure Heavy”, in which the recording had been during for two years, when we wrote music really fast. We’re going to write everything together as a band, like we’ve done for the two last albums, but we probably record with someone else just to make a change. We don’t do the same things over and over again, we’re not sure where and when we’re gonna do it, because we have some gigs and then more time to do it. We’ll record when we’re ready for it, but we’re going to record this album somewhere else. Nobody knows where, we’ll see.

______________________________________________________