Oliver/Dawson Saxon il 5 agosto a L’Aquila

Serata dedicata alla N.W.O.B.H.M. quella del 5 Agosto 2015 all’interno della manifestazione “Blues Sotto Le Stelle” a L’Aquila, il programma della 16^ edizione vedrà infatti salire sul palco gli OLIVER/DAWSON SAXON ed in apertura Blaze Bayley (ex-cantante degli Iron Maiden).

Oliver-Dawson/SAXON
I Saxon sono un gruppo musicale heavy metal proveniente da Barnsley, Yorkshire, in Inghilterra nato  nel 1976 dalla fusione dei  Son of a Bitch e dei Coast.  Uno dei gruppi di maggior successo della corrente musicale New Wave of  British Heavy Metal, i Saxon conoscono un periodo di discreto successo commerciale nella prima metà degli anni ottanta: album  particolarmente ispirati, accompagnati da intensi tour per tutto il mondo, sia in veste di headliner che di supporto a gruppi più famosi quali Motörhead e Mötley Crüe, portano la band ad ottenere buone posizioni nelle classifiche britanniche. Il positivo riscontro commerciale segnala la giovane formazione all’attenzione della casa discografica EMI, che li ingaggia nel 1983 in seguito alla rescissione del contratto con la francese Carrere Records, con la quale erano stati pubblicati i primi sei album. La fortuna del gruppo, iniziata con album storici come Wheels of Steel (1980), Strong Arm of the Law (1980) e Denim and Leather (1981), dura ancora qualche anno, con l’uscita di Power & the Glory il più venduto della loro carriera (1983), stesso anno in cui si esibiscono come ospiti al Festival di Sanremo, proponendo alla platea dell’Ariston il singolo Nightmare; segue Crusader (1984) che vende 2 milioni di copie e di  Innocence Is No Excuse (1985), per poi esaurirsi bruscamente sul finire del decennio, con un marcato cambio di stile, reso più melodico con Rock the Nations (1986) e Destiny (1988), che riscuotono grandi consensi . Con i lavori   Solid Ball of Rock (1991), Forever Free (1992) e Dogs of War (1995) il gruppo riesce a superare  il brutto periodo e a recuperare parte della fiducia e del buon risultato commerciale perduti, senza però ripetere i clamorosi successi di inizio carriera. Nel 1995 Graham Oliver, in dissenso con le scelte musicali del gruppo, abbandona la band  e riforma l’anno successivo i Son of a Bitch con Dawson e Gill. All’inizio il gruppo si chiama Saxon, dal momento che Dawson è il principale autore dei brani e insieme ad Oliver membri fondatori del gruppo dello Yorkshire, ritenevano di avere i diritti sul nome.
Nasce  allora una guerra legale con Biff  Byford per il possesso del nome  vinta dal gruppo di quest’ultimo. In seguito a raggiunti accordi legali  proseguono l’attività sotto il nome di Oliver Dawson/ SAXON, ritenendosi gli unici eredi dell’esperienza Saxon degli anni ottanta, non riconoscendo gli attuali  dischi di Byford.  Negli anni, attraverso i loro lavori, hanno dimostrato di essere una band  compatta, determinata, che compone brani  H.M. di ottimo livello,   dal suono energico e  retrò,  conscia delle proprie capacità. Altra discografia:  Victim You  (as Son of a Bitch 1996) – Re://Landed  – (Live 2000) – Rock Has Landed It’s Alive (2002) –  It’s Alive (Live 2003) – Motorbiker (2012) – Blood And Thunder (Live 2014)
Line Up: Graham Oliver: chitarrar – Steve ‘Dobby’ Dawson: basso – Haydn Conway: chitarra – Paul Oliver: batteria – Bri Shaughnessy: voce
http://www.oliverdawsonsaxon.co.uk/odsroot/

———————————————————–

Blaze Bayley & Twin Dragons
All’inizio della sua attività musicale Bayley era il leader di un gruppo heavy-rock di culto in Inghilterra, i Wolfsbane. Nel 1994, in seguito all’abbandono del cantante Bruce Dickinson, viene chiamato dalla famosa band britannica  Iron Maiden. Incide con loro  The X Factor nel 1995 e Virtual XI  nel 1998. Nel febbraio del 1999, quando  Bruce Dickinson torna nella band  Blaze decide di intraprendere  la carriera  solistica.  Forma la Blaze band nel marzo del 1999 e nel maggio del 2000 è al suo  primo lavoro discografico “Silicon Messiah” seguito da “Tenth dimension” nel 2003 e “Blood and Belief” nel 2005.  Nel febbraio 2007,  la Blaze Bayley band torna sul palco con la registrazione dell’album live “Alive in Poland”.
In seguito alla prematura scomparsa di sua moglie, singer e manager dalla band, nel 2008 Blaze decide di proseguire la sua vita “on the road” e pubblica ” The man who would  not die” e  “The night that will  not Die”  (2009) e  “Promise and terror ” (2010). La Blaze Bayley Band gira il mondo ininterrottamente per due anni e mezzo. Nel marzo 2011 Blaze annuncia a sorpresa la separazione da questa line-up per motivi “finanziari e di salute”. Continua la carriera da  solista collaborando con diversi musicisti e  produce  un nuovo album “The King Of Metal” (2012) insieme a  Thomas Zwijsen, Claudio Tirincanti, Andrea Neri e Lehmann  a cui segue un tour Europeo . Nel 2013 oltre alla consueta e  intensissima attività live, in particolare con Di’Anno (altro cantante degli Iron Maiden),  dà vita a nuovi tour acustici in Brasile (con Zwijsen e la violinista olandese Anne Bakker), Europa ed Usa. Negli States Bayley si esibisce col progetto The Foundry, all-star band che vede coinvolti il chitarrista Rick Plester (Black Symphony), il bassista John Moyer (Adrenaline Mob, Disturbed, Queensrÿche) e il batterista degli Scorpions, James Kottak. Nello stesso anno, a suggellare l’esperienza acustica, esce l’EP “Russian Holyday” della coppia Bayley-Zwijsen con rivisitazioni unplugged di alcune canzoni della carriera solista di Blaze e degli Iron Maiden. Per festeggiare i suoi 30 anni di carriera incide  “Soundtracks Of My Life”   una compilation che contiene 30 canzoni ritenute fondamentali  per  la sua crescita artistica
In attesa il prossimo lavoro  “Soundtracks Of My Life Tour”  previsto per fine 2015.
Line up: Blaze Bayley: voce – Michele Vioni: chitarra – Nazzareno Zacconi: chitarra – Don Roxx: basso – Manuel Togni: batteria
http://www.blazebayley.net
———————————————————–

Ecco la data in dettaglio:
Mercoledì 5 Agosto 2015
ore 21:30 – Blaze Bayley & Twin Dragons

ore 22:30 – Oliver-Dawson/SAXON
@ Piscina Comunale “Ondina Valla”
Viale Ovidio 3, L’Aquila

per informazioni:
http://www.suonoimmagine.it/

blues sotto le stelle 2015_01