BOLOGNA SONIC PARK, ROCK THE CASTLE: confermato l’impegno per l’ambiente

Comunicato stampa Vertigo:

Bologna Sonic Park e Rock The Castle confermano l’impegno per l’ambiente

Le edizioni 2022 di BOLOGNA SONIC PARK e ROCK THE CASTLE, festival targati VERTIGO, saranno ancora una volta attente alla salvaguardia dell’ambiente, in continuità con quanto già messo in atto nel 2019.

Entrambe le manifestazioni saranno PLASTIC FREE: non circolerà plastica monouso, sarà impiegato il bicchiere riutilizzabile e ancora una volta l’acqua sarà disponibile gratuitamente per tutti i partecipanti.

Oltre all’eliminazione della plastica monouso, a BOLOGNA SONIC PARK e ROCK THE CASTLE, verranno utilizzati materiali compostabili, eliminando molte delle problematiche relative allo smaltimento differenziato dei rifiuti e riducendo, quindi, l’impatto ambientale al minimo.

Inoltre da quest’anno VERTIGO annuncia la collaborazione con WAMI.

L’acqua potabile è ancora inaccessibile per oltre 700 milioni di persone nel mondo: per questo motivo, nei nostri prossimi eventi abbiamo deciso di salire a bordo della missione di WAMI, una B-corp che crea progetti idrici in comunità senza accesso a questa risorsa. Ogni lattina di acqua WAMI infatti dona 100 litri a questi progetti, a cui potrete contribuire semplicemente bevendo durante i nostri eventi. Inoltre, il pack della lattina è in alluminio riciclato e al 100% riciclabile, per un impatto positivo sia sociale che ambientale.
Su ogni lattina è presente un codice univoco che ti permette di conoscere subito la famiglia a cui hai donato 100 litri: fai lo scan del QR code sul prodotto e inseriscilo nella web-app di WAMI.

Con il contributo di tutti un festival attento all’ambiente è possibile.

Da sola l’Europa genera più di 25 milioni di tonnellate di rifiuti in plastica ogni anno e con la stessa frequenza finiscono nelle acque fino a 12.7 milioni di tonnellate di plastica che, spinta dai venti, si accumula in banchi che raggiungono dimensioni enormi: si dice che la Great Pacific Garbage Patch, nel Pacifico settentrionale, sia grande fino a due volte il Texas.
Secondo un’analisi di Greenpeace: “Con tutta la plastica che c’è nei mari potremmo fare 400 volte il giro della Terra. 700 le vittime fra le specie animali: scambiano la plastica per cibo e muoiono per indigestione o soffocamento. Dagli anni cinquanta sono stati prodotti oltre 8 miliardi di tonnellate di plastica, il riciclo da solo non basta.” I danni ambientali provocati dalla plastica sono stimati in 22 miliardi di euro da qui al 2030.
Si tratta di numeri spaventosi che non lasciano spazio a dubbi: l’utilizzo smodato della plastica è un’emergenza concreta.
Vertigo coglie l’occasione per sensibilizzare il pubblico della musica dal vivo orientando il focus sul concetto di “festival attento all’ambiente”.

#BolognaSonicParkIsGreen – #RockTheCastleIsGreen